Tenuto per anni rinchiuso in una gabbia troppo piccola

La parola “straziante” apparentemente sembra non sufficiente per descrivere quello che è successo poco tempo fa in Georgia. Stewart è cresciuto in una gabbia molto piccola, tanto stretta da deformare il suo corpicino, soprattutto la spina dorsale, per sempre. La squadra di soccorso “Rescue Dogs Rock” di New York city è intervenuta in seguito ad una segnalazione. Sulla loro pagina Facebook hanno provato a descrivere la scena deprimente che si sono trovati davanti agli occhi:

“Con tutte le storie di cui siamo venuti a conoscenza in questi anni di lavoro, non stiamo esagerando dicendo che non abbiamo mai assistito a nulla del genere”, raccontano i volontari. Stewart è visibilmente emaciato, le sue zampine sono esili, i suoi artigli dolorosamente lunghi. Dopo accurate analisi ed esami sono state rinvenute anche tracce di sangue nelle urine, il piccolo in gabbia era così affamato che si è nutrito del metallo della cella.

Questa piccola palla di pelo ha tra i 4-5 anni di età. Come si può notare ha una grave deformità alla spina dorsale e le sue zampine sono piegate a metà. I veterinari hanno anche diagnosticato un insufficienza renale, dopo i raggi x si è visto che nello stomaco del pelosetto c’era del metallo. Potrebbe essere questa la causa dell’insufficienza renale, l’avvelenamento da metalli?

Dopo un sentimento straziante, è emerso l’odio. Come si può fare una cosa del genere? Un essere umano può davvero arrivare a tanto? Questo cucciolo ha il terrore negli occhi, chiedeva solo di dare e ricevere amore.  Stewart ha davanti un lungo percorso riabilitativo, piano piano inizia a migliorare ma c’è ancora tanta strada da fare.

Purtroppo non possiamo cancellare il dolore che ha vissuto, ma possiamo sostenerlo per aiutarlo a vivere meglio e per garantirgli un futuro luminoso! Porterà su di se queste tracce per sempre, ma il suo cuore presto sarà pulito…

Condividete amici e insieme, lasciate un sostegno per Stewart!