Tre cani salvano i militari da un kamikaze

Il sergente Chris Duke era in missione in Afghanistan. Era buio e tutti i soldati ormai dormivano nelle loro tende. Improvvisamente si sentono dei rumori, un kamikaze, un attentatore suicida, stava cercando di attaccare la loro base. Il sergente Duke e il suo compagno di camerata non si sono svegliati, grazie al provvidenziale intervento di tre cani randagi, Rufus, Target e Sasha, i due militari oggi possono raccontarci questa bellissima storia.

I tre cagnoloni hanno bloccato il kamikaze per evitare che entrasse nel campo base. Vi starete chiedendo come, ovvio, lo hanno morso ad una gamba! L’attentatore, sorpreso dai tre cuccioli, fu costretto a farsi saltare in aria prima di entrare nella camerata. Miracolosamente tutti i 50 soldati erano sopravvissuti a quell’attacco. Ma all’appelo qualcuno mancava… Sasha aveva riportato delle ferite molto gravi e purtroppo durante la notte è morta.

Un mese dopo…

La missione di Duke si è conclusa. Il soldato è tornato a casa, in Georgia, ma aveva un unico pensiero fisso, i due cuccioli sopravvissuti insieme a lui. Chris si è messo subito in moto e grazie a speciali attrezzature militari americane è riuscito ad individuare i due cani in Afghanistan. Purtroppo non era tutto così semplice… ma Duke voleva ricongiungersi a tutti i costi ai due animali!

Il sergente Duke ha contattato “Hope for Warrios”, un’associazione specializzata nell’aiuto dei soldati feriti in guerra. Venuti a conoscenza della situazione, hanno pensato bene di organizzare una colletta. In pochi giorni sono stati raccolti 21 mila dollari!! Finalmente Rufus e Target sono in Georgia, ora sono membri a tutti gli effetti, della bellissima famiglia di Chris.

Guardate il video che segue per scoprire tutti i dettagli di questa storia:

Come si dice, l’amore vince sempre! Forza ragazzi, tutti e tre insieme siete invincibili!! Condividete!