Tutti ignoravano quei lamenti, mentre il collare della morte segnava il suo destino

Se quando Dio ci ha chiesto di amare il prossimo, si riferiva ad ogni essere vivente, compresi gli animali, beh stiamo facendo davvero un pessimo lavoro! Ci troviamo per le strade di Odessa, in Ucraina, dove i passanti passeggiavano tranquillamente, accompagnati da un sottofondo di strazianti guaiti che avevano deciso di ignorare.

Una povera creatura implorava aiuto ma chiunque si accorgesse di lui, chi per paura, chi per orrore e chi per menefreghismo, tirava avanti, senza nemmeno portare un peso sulla coscienza. Ma per fortuna, qualche angelo su questa terra c’è ancora. Questa donna non ha esitato a fermarsi alla vista di quel cane incastrato in un tubo fognario. Guardate il video e le sue condizioni appena è stato trovato:

Fortunatamente la donna ha allertato subito i volontari della città, che si sono precipitati sul posto e hanno cercato di liberarlo. Si era nascosto, per lo spavento, in un tubo di 3 / 4 metri di profondità. Aveva un “collare” di ferro che portava da 2 settimane, e che gli aveva provocato delle brutte lacerazioni, probabilmente uno scherzo crudele di qualche mente malata. Il cucciolo, terrorizzato, non aveva nessuna intenzione di uscire da lì e per i volontari era impossibile arrivare da lui.

Ma per fortuna c’era lei, la più coraggiosa, Olya Chanturia, che pur rischiando di rimanere incastrata, dato il poco diametro, si è calata da lui e lo ha portato in salvo. In tenuta da pesca e con una grande rete a farfalla, l’eroina ha compiuto un salvataggio meraviglioso.

Jar, così è stato chiamato il povero animale, è stato portato subito alla clinica veterinaria e sottoposto a tutte le cure necessarie. Per fortuna il veterinario è riuscito a stabilizzare le sue condizioni e ha affermato che non l’avessero tirato fuori, quel “collare della morte” avrebbe segnato il suo destino.

Oggi Jar è guarito, ha trovato casa, vive con la sua meravigliosa umana e i suoi due fratelli pelosi. Vi abbiamo raccontato questa storia per mostravi che anche con una sola chiamata potete salvare una vita. Ci sono persone che ogni giorno, fanno proprio questo, salvare gli animali.

Tutti hanno ignorato Jar, nessuno ha fatto nulla dinanzi alle sue condizioni, tranne una donna che ha avuto il buon senso di prendere il telefono e di dire: qui c’è un cane che ha bisogno d’aiuto. Grazie a queste parole i volontari hanno salvato la vita a Jar, che oggi è felice con una vera famiglia.

NON IGNORATE, un piccolo gesto può essere UN GRANDE GESTO! CONDIVIDETE!

di Lisa