Un cane per marito

Siamo in India, la giovane Munda è radiosa, sta per convolare a nozze, tutto il paese e a festa, il padre è orgoglioso della sua principessa e, con un sorriso smagliante accompagna lo sposo “all’altare”



Per marito la ragazza sta prendendo un cane…non è un cane qualunque quello, è un randagio che vive da anni in strada, accudito e rispettato dagli abitanti del villaggio.

Il padre di Munda lo adorna, deve essere all’altezza di un tale impegno, sono invitati tutti, banchetto e fiori riempiono l’atmosfera di festa, la donna è altrettanto felice di fare questo gesto eclatante. Si, a Munda è stato spiegato il motivo, cioè che una maledizione gigantesca, sembra essersi abbattuta sulla sua famiglia, potrà spezzarla soltanto la figlia maggiore della coppia, sposando appunto un cane randagio. Ma non finisce qui il rito, perché il cane ha uno scopo, figuriamoci se non serve a qualcosa…

Praticamente il cane assorbe la maledizione della sposa che a sua volta potrà sposare il suo amato fidanzato senza correre pericoli di attaccargli la fattura!


Il cane verrà accudito e custodito come un tesoro, nessuno dovrà attentare alla sua vita perché in lui è nascosta la felicità di quella famiglia e se dovesse essere aggredito o maltrattato tornerebbe indietro. Il villaggio adesso ha ripreso i rapporti con la famiglia, prima erano scacciati e temuti. Questa di usanza non è poi così male, diciamolo pure, altre credenze portano molta sofferenza ai nostri amici a quattro zampe. Non possiamo neanche fare gli auguri agli sposi in questo caso, non si finisce mai di scoprire il Mondo!

di Redazione 2