Un test che cambierà il punto di vista di molti sui gatti…

Oggi vogliamo parlarvi di quanto sono cattivi quei bellissimi mici pelosi che riempiono le nostre giornate e le nostre vite. Scherzi a parte, uno studio condotto dall’Oregon State University negli Stati Uniti, pubblicato Venerdì, ci ha rivelato delle informazioni importantissime sui nostri amati pelosetti che vanno a smentire tutto ciò che di negativo dobbiamo sentirci dire su di loro dalle persone ignoranti.

Ebbene sappiate che i gatti amano più interagire con gli esseri umani che mangiare. In barba a quanti dicono che sono animali che agiscono per istinto.

Il test è stato condotto tra 50 gatti domestici e non. Consisteva nel privarli di cibo, giocattoli e contatto umano per alcune ore. Dopo questo, i ricercatori hanno offerto stimoli per gli animali all’interno di quattro categorie: la socializzazione umana, il cibo, gli odori ed i giocattoli.

Si è scoperto che quasi la totalità ha preferito l’interazione umana. Una minoranza è stata attirata dagli altri stimoli, ma gli scienziati spiegano che la scelta è dipesa anche da particolari inclinazioni individuali. In più non c’è stata alcuna differenza tra i gatti domestici e quelli randagi. Questo spiegherebbe quanto sia infondata la credenza che il gatto sia un animale antisociale.

Noi vorremmo aggiungere che il fatto che i nostri gatti non diano confidenza a tutti ci sembra più che normale. Se voi passeggiaste per strada stringereste la mano a tutti coloro che vi vengono incontro? Detto questo l’esortazione è : il tuo gatto ti ama! Tu non devi far altro che amarlo di rimando!

Aiutateci a diffondere il messaggio!