Una richiesta di aiuto

“Ho un cagnolino da diversi anni.” racconta Max “Sinceramente non ho mai pensato di adottare un gatto. Ma penso che delle volte il destino di ognuno di noi sia scritto da qualche parte. Questo l’ho capito quando sono uscito nel cortile e li ho visti. Una mamma gatta era rannicchiata nella cuccia del cane. Non era sola. Stretta a lei c’era il suo bambino appena nato.”

v

“Inizialmente sono rimasto come pietrificato. Non mi sarei mai aspettato nulla del genere. Sapevo che le mamme gatto sono gelose dei loro cuccioli. E invece quella micia mi aveva portato il suo bambino e stava chiedendo il mio aiuto. Probabilmente io ero l’estremo tentativo si salvare entrambi.”

v1

“In casa si sono adattati subito. Li ho anche portati dal veterinario. Il medico mi ha detto che, nonostante la vita di strada, entrambi stavano bene. Ho fatto sterilizzare la mamma e vaccinare il piccolo. Da quel momento sono diventati componenti della mia famiglia a tutti gli effetti.”

v2

“Il mio cagnolino li ha accolti benissimo. Penso abbia capito che erano bisognosi di aiuto e così, mentre loro dormono, delle volte si mette a guardarli come per vegliare su di loro. Il piccolino sta crescendo. E’ sempre più forte ed è una gioia vederlo felice insieme alla sua mamma. Ora sono papà di tre splendidi pelosetti. Se qualcuno me l’avesse detto solo qualche anno fa, non ci avrei mai creduto. E invece ora posso dire che la mia vita senza di loro non avrebbe senso!”

v3

Condividi questa emozionante storia con i tuoi amici. Non è possibile sfuggire al destino!