Vittoria! Grazie al legislatore Wang Yu-min è stata vietata la vendita e il consumo di carne di cane e gatto.

La legge era già attiva, ma era molto debole e tanti non la osservavano, così, gli attivisti che proteggono i diritti degli animali, hanno spinto per ottenere maggiori pene. Grazie al legislatore Wang Yu-min, le cose sono cambiate e, molte altre, cambieranno.

Adesso, chi viene trovato in possesso di carne di cane o gatto, verrà punito con una multa che va dai 50.000 NT (circa 1600 $) fino ai 5 milioni di NT (160.000 $).

Sono previste multe anche per maltrattamento di animali, che va oltre il consumo di carne: le multe varieranno da 15.000 NT fino a 2 milioni di NT.

In quei paesi, non c’è una gran cultura per il rispetto degli animali e Taiwan è il primo paese asiatico a introdurre pene così severe. Animalisti e associazioni spingevano con proteste e manifestazioni già da anni, perché ciò accadesse, ma ad allertare il legislatore Wang Yu-min è stato un aumento significativo di atti di violenza e crudeltà verso gli animali. Un conto è il consumo di carne, ma ciò che accade va ben oltre la necessità di nutrirsi.

Non si conosce bene il motivo dell’escalation di questa crudeltà gratuita, ma se non si corre ai ripari, le cose peggioreranno inesorabilmente, questo è stato il pensiero del legislatore che ha deciso di proteggere gli animali.

Taiwan è il paese più avanzato del sudest asiatico e il cambiamento era necessario per continuare a portare avanti la modernizzazione di questo paese.

Bisogna riconoscere una parte di colpa anche al turismo che, non sempre, è composto di persone oneste e con sani principi, infatti in tanti andavano ai mercati di Taiwan per mangiare la carne di cane, alimentando un mercato veramente poco piacevole. La regola basilare è sempre la stessa: se non c’è richiesta, non c’è mercato.

Sicuramente non sarà facile sgominare una tradizione secolare, ma sicuramente con multe così elevate le cose sono destinate a cambiare il loro corso.

Si spera che tutti gli altri paesi asiatici seguano i passi di Taiwan, in particolare la Cina che è la nazione dove vivono i maggiori consumatori di carne di cane.