Vorrei avere una possibilità ma, giudicate voi

“Oggi racconto tutto questo con il sorriso ma per Kilo la vita è stata molto difficile. Viveva in casa, con una bella famiglia, almeno all’apparenza.

Però Kilo aveva un problema gravissimo, cresceva, si avete capito, cresceva, quindi la famiglia bella e buona ha deciso di portarlo in canile, “un cane grande deve stare in canile, il cane piccolo in salotto!” Così mi venne risposto..

Un giorno accompagnai una mia amica a ritirare un documento in canile del suo cane, lo vidi in un angolo e al momento dell’incrocio del nostro sguardo…non so cosa sia successo, mi è saltato in braccio!

Riempito il modulo l’ho portato a casa, l’ho fatto accomodare in salotto, insieme al mio cagnolino, tipo regalo insomma…L’ho presentato a mio marito che, ancora mi emoziona il ricordo, l’ha abbracciato come se fosse il suo cane da sempre!”

I giorni passavano e il problema di Kilo emergeva anche dentro casa mia, era grande e poi aveva quel vizio strano….

Come rientro mi butta a terra e inizia a baciare ogni parte del mio viso! Non posso neanche togliere le scarpe che già sta tra le mie braccia!

E’ veramente fastidioso! Se vado in giro per casa fa in modo di darmi fastidio per farmi cadere, se c’è un film sono costretta a guardare la tv con lui acciambellato sulle mie gambe!

Lui mi ringrazia ricoprendomi d’amore, lo so che è per quello e oggi dico grazie a quella famiglia per averlo abbandonato. Loro, brutti cretini, cosa hanno perso!” Se volete condividete la storia di Megan e Kilo, almeno per dimostrare che un cane grande, in salotto ci sta benissimo!!!