10 rimedi naturali per la tiroide

 

Come ben sappiamo tutti, la tiroide è al centro del nostro benessere: stiamo parlando di una ghiandola a forma di farfalla, situata anteriormente nel collo al di sotto della laringe, destinata alla produzione di due ormoni contenenti iodio, la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3), che tramite il sangue svolgono un ruolo fondamentale nel corretto funzionamento del metabolismo di grassi e carboidrati, dei processi di crescita e di quasi tutti gli apparati principali del nostro organismo.

Un alterato funzionamento della ghiandola tiroidea si riflette quindi sul peso corporeo: in situazioni di ipotiroidismo si verifica un aumento di peso nel 57% dei casi, dovuto a una riduzione dell’attività metabolica e alla ritenzione di liquidi. Nell’ipertiroidismo, invece, il 52-85% dei soggetti vanno incontro a un aumento del metabolismo e a un sensibile dimagrimento.

I sintomi delle malattie tiroidee sono aspecifici, ovvero comuni a molte patologie come stanchezza mattutina, aumento di peso, possibile perdita dei capelli, pelle secca e ruvida, pallore, depressione e problemi di memoria. Se riscontrate alcuni di questi sintomi rivolgetevi al vostro medico di famiglia che vi prescriverà delle analisi specifiche a cui sottoporsi e infine spetterà all’endocrinologo interpretare eventuali risultati poco chiari e a prescrivere la cura ideale.

Scanning of a thyroid
Esami specifici per la tiroide

Tuttavia esistono alcuni alimenti e rimedi naturali utili per assicurarsi il fabbisogno giornaliero di iodio e per promuovere un buon funzionamento della tiroide, prevenendo futuri disagi

1. Il Fucus vesiculosus

Detto anche quercia marina, il fucus vesiculosus è un’alga bruna, ricca di sali minerali, oligoelementi (rame, cromo, zinco, selenio, manganese, ferro, iodio) e vitamine (C, B1, B2, B6, B12), che serve alla tiroide per fabbricare i suoi ormoni. E’ un interessante alleato anti-fatica ed è molto utilizzato nelle diete dimagranti perché è in grado di attutire la sensazione di fame. Inoltre è utilizzato come stimolante tiroideo e anti-gotta nei casi di ipotiroidismo. Va associato a 50 gocce di Pilosella, pianta anti-gonfiore che combatte la ritenzione idrica, sempre sotto controllo medico per stabilire il giusto apporto dello iodio che contiene.

en.wikipedia
Fucus Vesiculosus

2. Il Coleus forskholii

E’ una pianta originaria dell’Asia, molto gradevole all’aspetto e per questo coltivata e usata come pianta ornamentale. Tra le sue proprietà c’è quella di provocare un aumento della funzionalità degli ormoni tiroidei e offrire un beneficio regolando la lipolisi, ovvero il consumo o distruzione del grasso immagazzinato e aumentando la produzione e la liberazione dell’ormone tiroide.

galleryhip
Il Coleus forskholii

3. Commiphora Mukul

Meglio conosciuto come Guggul, questo rimedio proviene dall’India e dalla medicina ayurvedica si utilizza in concomitanza con trattamenti fitoterapici a base di Fucus. Ha un effetto antinfiammatorio sulle articolazioni e sui vasi sanguigni e stimola il metabolismo dei grassi.

4. Funghi medicinali cinesi

Reishi, Agaricus e Shiitake sono i tre principali funghi medicinali cinesi, ricchi di preziosi principi attivi naturali per il riequilibrio del sistema immunitario ed endocrino. Essi rafforzano il sistema immunitario riequilibrandolo, depurano il fegato dalle tossine chimiche e biologiche e donano più energia e benessere migliorando tutto l’aspetto interno ed esterno dell’organismo. Sotto prescrizione del medico si possono associare tranquillamente insieme all’utilizzo delle pasticche Eutirox e Tirosin, poiché non hanno interazione.

top view of dried shiitake mushrooms on table
Funghi medicinali cinesi

5. Estratti di gemme

Come rimedi naturopatici sono consigliati estratti di gemme di biancospino e tilia per l’ipertiroidismo, mentre estratti di gemme di betulla e quercia per l’ipotiroidismo.

6. Avena Sativa

50 gocce di macerato glicerico di Avena Sativa, un gemmoterapico che regola la tiroide, riduce la stanchezza e la stipsi e migliora il tono dell’umore. Da associare sempre anch’essa alla Pilosella.

celiac
Fiocchi d’avena

7. Sale iodato

Ideale proprio per prevenire la carenza di iodio e proteggere la salute della tiroide è scegliere, al posto del sale comune, quello iodato per insaporire le pietanze. Ne basta poco ogni giorno per colmare il fabbisogno di iodio necessario alla tiroide per fare il suo lavoro.

Salt-Kosher-Table
Sale marino iodato

8. Fanghi termali e marini

Utilissima l’applicazione su cosce e glutei di fanghi termali salsobromoiodici e fanghi marini, si possono procurare in erboristeria e applicarli 2 volte la settimana, la sera dopo il bagno.

9. Tisane aromatiche

Si preferiscono anche le tisane a base di ortica, valeriana e achillea, che forniscono una quantità sufficiente di iodio necessario nel trattamento dell’ipotiroidismo.

herbalteasonline
Tisana all’ortica

10. Oli essenziali

Un ulteriore aiuto lo possono dare anche gli oli essenziali di arancio dolce, arancio amaro e camomilla, degli ottimi rimedi floreali che secondo la medicina olistica sono quelli più adatti per le persone che tendono a soffrire di tiroide iperattiva.

EssentialOils
Oli essenziali

Si consiglia comunque di seguire una dieta specifica in caso di problemi alla tiroide, con particolare riferimento all’ipotiroidismo e di evitare alcuni alimenti come i latticini, che possono rallentare il metabolismo o quelli ottenuti da latte di animali nutriti con la soia, il cui consumo potrebbe essere sconsigliato in caso di ipotiroidismo. Da preferire, invece, un elevato consumo di frutta (mele, noci di cocco) e verdura (broccoli, carote, bietole, asparagi e spinaci) e cibi vegetali ricchi di selenio (grano, crusca, orzo e semi di girasole), per un corretto funzionamento della tiroide.

 

Fonti foto: imgkid.org, provaxa, blogpurifyyourbody, wiikipedia.org, galleryhip, urbol, celiac, thedishplated, herbaltheasonline, organicoilstore

di Angelica Giannini