4 primi sintomi di cancro ovarico che ogni donna deve conoscere

Il cancro è una delle principali cause di morte nel mondo: ci sono medici, scienziati e ricercatori che lavorano tutto il giorno per trovare una cura alle diverse forme di tumore, una malattia mortale che si presenta di solito con sintomi e segnali da non sottovalutare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il cancro alle ovaie colpisce ogni giorno moltissime donne in tutto il mondo: è un tipo di tumore difficile da diagnosticare, non esiste al momento alcun test e i sintomi sono quelli comuni ad altre malattie. Ci sono però dei segnali da non sottovalutare, che ci dovrebbero metttere in allarme.

Esistono tre tipologie di cancro ovarico: ci sono i tumori epiteliali che colpiscono il tessuto, i tumori stromali che rigurdano il tessuto ovarico responsabile della produzione di cellule ormonali e il tumore a cellule germinali, che scaturiscono dalle cellule produttrici di ovuli.

I fattori di rischio da non sottovlutare sono l’età (rischio maggiore tra i 50 e i 60 anni), l’ereditarietà e il gene è lo stesso del cancro al seno.

Non esiste al momento un test che possa aiutare a diagnosticare il cancro alle ovaie, ma esistono esami diagnostici che possono permettere ai medici di capire se è tutto a posto, come ecografie ed esami del sangue.

Le fasi del cancro ovarico sono quattro: la prima è quando il tumore si trova in una o in entrambe le ovaie, la seconda è quando il cancro si è diffuso in altre aree del bacino, la terza quando si è diffuso all’addome, l’ultima quando si trova all’esterno dell’addome. Ecco quali sono i più comuni segni di questa malattia:

1 Gonfiore costante, che dura da 3 settimane o più.

2 Dolore nella pelvi o nell’addome inferiore, che non si placa nemmeno quando il ciclo è finito.

3 Problemi e disturbi alimentari: avere meno fame, problemi allo stomaco o all’intestino…

4 Stimoli urgenti di urinare: se dovete andare sempre in bagno e non state bevendo più del solito, allora fate molta attenzione.

di Pamela