Abbronzatura, 10 cose che forse non sapete

Ci siamo, è quasi tempo di abbronzatura: non vediamo l’ora di andare al mare, in piscina o in montagna, ma anche sul balcone di casa, per poter prendere un po’ di sana tintarella… Mi raccomando, sempre protette con le creme solari più adatte al nostro tipo di pelle e magari conoscendo tutto quello che c’è da sapere sull’abbronzatura: mai arrivare impreparate, ne va della salute della nostra pelle, non dimentichiamolo mai.

1. Non si usano le creme solari aperte l’anno scorso: durano al massimo 12 mesi dall’apertura, quindi potete tranquillamente buttarle via e comprarne di nuove.
2. Lo sapete che ci si abbronza anche sotto l’ombrellone, vero? All’ombra ci arriva più del 50% dei raggi ultravioletti. Quindi crema sempre!

3. Lo sapevate che esiste anche una dipendenza legata all’abbronzatura? Si chiama tanoressia!
4. Ma l’abbronzatura non fa solo male, fa anche bene: in alcuni casi è terapeutica, a patto di non esagerare e di proteggersi.

5. Non in tutto il mondo l’abbronzatura è sinonimo di bellezza: in Cina e Giappone la pelle abbronzata significa povertà.
6. Mai esporsi al sole tra le 11 e le 16, è il momento più pericoloso.

7. Non è vero che la crema non ci fa abbronzare: ci protegge, ma permette comunque alla pelle di diventare scura.
8. Sì, è vero che dopo aver fatto il bagno o sudato bisogna rimetterla!

9. La pelle dei bambini è la più delicata, prestate la massima attenzione.
10. E dopo una giornata al sole, doccia con detergenti delicati e un buon dopo sole o una buona crema idratante, per evitare di rovinare la pelle!

di Redazione