Allattamento al seno, perché l’Italia ha bisogno di più Baby Pit Stoppers

 

Dal primo al 7 ottobre in tutto il mondo si celebra la Settimana Mondiale dell’Allattamento, un gesto naturale bellissimo che, però, nel nostro paese si trasforma spesso in un incubo per le neo mamme: scarsa informazione, scarsa preparazione del personale sanitario, poco tatto e poca delicatezza su un argomento simile, oltre che stress e pregiudizi, mettono a rischio la buona riuscita dell’allattamento. Ed è un peccato, visto che allattare al seno fa bene al bambino e anche alla salute della mamma.

Allattare al seno, il gesto più naturale che c'è!
Allattare al seno, il gesto più naturale che c’è!

Le neo mamme avrebbero bisogno di tutto il sostegno possibile: strutture ospedaliere e personale che possa rispondere a ogni domanda e non solo fino alle dimissioni dall’ospedale, comprensione da parte delle persone che stanno vicino, che spesso dispensano consigli inutili, quando semplicemente potrebbero chiedere di cosa hanno bisogno senza interferire nel rapporto mamma-bambino, ma anche di piccoli accorgimenti per rendere l’allattamento al seno più naturale e non solo a casa, anche in giro.

Leggiamo spesso di mamme allontanate da locali pubblici perché intente ad allattare al seno il proprio piccolo: un gesto naturale come l’allattamento dà più scandalo dei calendari con donne nude che mostrano la stessa identica parte del corpo (senza contare, che di solito le mamme lo fanno con discrezione proprio per pudore verso un momento così intimo).

Ecco perché in Italia (e nel mondo) dovrebbero esserci più Baby Pit Stoppers, luoghi dove le mamme possono fermarsi ed essere accolte in un luogo sereno dove poter allattare il proprio pargolo. In Italia è nata proprio una community con questo nome, che raggruppa mamme, papà, nonni, tate, al fine di geolocalizzare i locali migliori che offrono i servizi fondamentali per chi va in giro con un neonato. Tramite l’app è facile trovare il posto migliore dove nutrire il proprio cucciolo.

Per maggiori informazioni, ecco il sito a cui fare riferimento.

di Redazione