Attente allo smalto semi o permanente: può essere pericoloso!

Lo smalto permanente o semi permanente è perfetto per chi cerca una manicure che resiste un po’ più a lungo: ogni estetista la propone ogni giorno alle sue clienti ed è comoda perché dura di più, è più bella, elegante, nasconde tutti gli inestetismi che ci possono essere sulle unghie e per applicarla non ci vuole più tempo dello smalto normale. Attenzione, però, perché gli esperti sottolineano che può essere pericolosa.

Per poter fissare il gel della manicure bisogna mettere le mani in una lampada che emette raggi UVA, per consentire alla manicure di resistere nel tempo ed essere lucente. I dermatologi, però, lanciano l’allarme in occasione din un convegno in corso a Orlando, in Florida: le mani sono esposte a radiazioni, seppure di breve durata, ma sono molto intense e possono causare danni al Dna aumentando il rischio di tumori.

Chris Adigun, dermatologa al The Dermatology & Laser Center of Chapel Hill, spiega: “Purtroppo l’estrema variabilità fra le lampade usate per fare questo tipo di manicure e il tempo di esposizione che ogni estetista consiglia ai propri clienti rendono difficile condurre degli studi scientifici che stimino il danno causato“.

Tutte le lampade emettono radiazione Uva – anche quelle a Led che alcuni considerano a torto più sicure – e lo fanno a un’intensità molto superiore a quella naturale“. Per danneggiare il Dna bastano solo 12 manicure, che non sono poi poche!

Una soluzione però c’è: se non vogliamo rinunciare alla manicure semi o permanente, basta proteggersi indossando dei guanti tagliati in modo da lasciare scoperte solo le unghie. Dobbiamo applicare la crema con fattore di protezione, ma questa non basta, ci vogliono anche i guanti, magari prodotti con tessuto che integra una protezione solare.

Attenzione anche ai solventi che si usano per rimuovere il gel, perché ésono aggressivi e possono danneggiare le unghie, provocando danni anche permamenti.

di Redazione