Capelli, allarme caduta

 

D’autunno cadono le foglie e, ahinoi, anche i capelli. Spesso, infatti, il cambio di stagione fa rima con caduta dei capelli. Quante volte abbiamo pensato: “Aiuto, mi cadono i capelli!“, anche se questo fenomeno di stagione, in assenza di particolari problemi, è fisiologico e non dovrebbe destare allarmismi.
Se Keira Knightley, la bellissima attrice inglese e testimonial preferita Chanel, ha confessato che in passato, a causa di un’eccessiva perdita di capelli dovuta a trattamenti troppo invasivi, è dovuta ricorrere a delle parrucche per mascherare la perdita, noi speriamo di non arrivare mai a tanto. Certo, il problema si è presentato almeno una volta nella vita di tutte e a ogni capello perso abbiamo sentito gonfiarsi l’ansia dentro di noi in modo incontrollabile.

Keira Knightley departs her Manhattan apartment
Keira Knightley

E proprio l’eccessiva preoccupazione spesso può trasformarsi in un vero trauma, almeno secondo i laboratori del brand cosmetico Phyto, specializzato nella cura dei capelli, che hanno improntato gli ultimi studi per mettere a punto la loro novità anti-caduta proprio su questo concetto: “Perdere i capelli è un trauma. Che sia leggera o accentuata, in fase iniziale o presente da anni, la caduta dei capelli è un disagio che mina la fiducia in se stessi, nel proprio potere di seduzione, un oltraggio alla femminilità o alla virilità. Nella vita di tutti i giorni diventa un’ossessione“.

Perché cadono i capelli?

E allora che fare? Cominciamo dalle cause, che non sono mai chiare del tutto, perché tanti sono i fattori coinvolti, dallo stress all’inquinamento ambientale. Anche i più grandi esperti in tricologia ammettono che grandi certezze in merito alle cause del problema non ce ne sono ancora. L’ipotesi più plausibile circa la caduta stagionale dei capelli è che anche noi esseri umani, come certe specie animali, attraversiamo un periodo di “muta” regolarmente. Altro fattore importante è lo stress derivante dal cambio di stagione e quindi di abitudini e dai danni subiti dai capelli durante la stagione estiva. E a meno che non si incorra in patologie particolari, il problema viene considerato come un semplice “fastidio”.

Tante sono le soluzioni adottabili e su più fronti: alimentazione, cure e trattamenti topici. Molteplici sono i prodotti in commercio, trattamenti che possono regalare ottimi risultati. Shampoo e balsamo, fiale e lozioni, integratori alimentari (che aiutano anche la pelle e le unghie). Bando quindi alla disperazione e smettiamo di contare i capelli che cadono: scopriamo insieme i prodotti e i piccoli trucchi per difendere il nostro splendore di testa.

Portrait of a young woman brushing her hair, close up (studio)
Capelli sulla spazzola e sul cuscino: i sintomi.

Da dove cominciamo?

Innanzitutto dobbiamo convincerci che ci prepariamo a combattere una guerra su più fronti. Con la nostra innata leggerezza di spirito il problema lo affronteremo come se si trattasse di un vero combattimento. Innanzitutto la cura, a partire da una buona detersione e poi trattamenti mirati per nutrire e tonificare il cuoio capelluto e rinforzare il bulbo. Si possono scegliere diverse texture, oleose per favorire l’assorbimento dei principi attivi e oli essenziali, in fiale monodose o spray che non ungono da usare magari tutti i giorni.

Concerned young woman combing hair in bathroom
Come si combatte la caduta dei capelli.

Primo step, la detersione

Perché è importante uno shampoo specifico? Perché serve a detergere il cuoio capelluto e in particolare rimuovere smog, sporco ma soprattutto il sebo, la cui permanenza favorisce i fenomeni ossidativi e rappresenta una continua stimolazione negativa del follicolo.

Erilia Therapy Kopexil di Creattiva Professional è un trattamento che purifica, rinforza e densifica i nostri capelli, prevenendo l’invecchiamento precoce del bulbo pilifero ed evitando in questo modo l’indebolimento del capello e la sua eventuale caduta. Il Bagno Riossigenante Kopexil è uno shampoo che prolunga il ciclo vitale del capello.

Anti-hair loss Shampoo di BioNike deterge delicatamente, favorisce le condizioni ottimali per capelli più forti e vitali ed è il complemento ideale per ristabilire l’equilibrio del cuoio capelluto, preparandolo a ricevere il trattamento topico anticaduta. A base di tensioattivi delicati, contiene sostanze funzionali – quali vitamine (Pro-vitamina B5, Niacina, Biotina) ed estratto di Baobab (ricco in aminoacidi, anti-ossidanti, sali minerali) – che hanno effetti benefici sul follicolo e sulla struttura del capello.

Lo Shampoo anticaduta Aldo Coppola usa il complesso dermocosmetico DSS che agisce in sinergia con gli estratti vegetali di menta, ginseng, ortica e giglio rosso.

shampoo collage
shampoo per la detersione

Secondo step, i trattamenti

Diaboost Nioxin è un trattamento senza risciacquo facile e veloce, da iniziare in salone e proseguire a casa. Consiste nell’applicazione su cute, radice e intera lunghezza dei capelli ancora umidi, a cui segue un massaggio delicato di circa 1 minuto.

La lozione anticaduta Defence Ks di BioNike è un trattamento dermocosmetico che combatte lo stress ossidativo, contribuendo al prolungamento della fase di ricrescita naturale del capello. La lozione dobbiamo applicarla direttamente sul cuoio capelluto asciutto o bagnato e tamponato. La fiala ha un contagocce molto pratico e per applicarla dobbiamo cominciare dalle zone più colpite dal diradamento e proseguire su tutto il resto della testa. Poi basta massaggiare con i polpastrelli per favorire l’assorbimento. Piccolo neo: servono almeno tre mesi di applicazione se vogliamo che serva davvero a qualcosa.

La maschera rinforzante Phydrum-Advance di Bioclin agisce su due fronti: sul bulbo del capello, contrastando l’invecchiamento precoce della radice, riattivando il microcircolo locale e stimolando la rigenerazione cellulare, e sul fusto del capello, idratando, nutrendo e ristrutturando l’architettura delle cuticole di cheratina del fusto del capello, rinforzandolo e prevenendone la caduta per rottura.

fiale Collage
i trattamenti anti caduta

Gli integratori, la strategia IN

Perché un integratore alimentare? Perché anche l’alimentazione influenza lo stato di salute dei capelli. In caso di carenze alimentari (dieta poco equilibrata, povera di micronutrienti) e/o aumentato fabbisogno in periodi di stress psico-fisico è importante integrare l’alimentazione con sostanze denominate micronutrienti. Un integratore tradizionale è basato su vitamine – minerali – aminoacidi solforati, un integratore formulato secondo canoni moderni contiene in più degli antiossidanti. Di base in tutti gli integratori anti-caduta troviamo un pool di minerari, come lo zinco, il rame e a volte anche il selenio, e di vitamine del gruppo B.

Da provare tricoSAFE 100 BioNike del Programma Anticaduta In&OutBioClin Phydrium-Advance Kera Compresse Retard. 

A base di estratto di bambù è invece Fortiker.In di Skinius mentre Vitalfan Antichute Progressive di René Furterer che agisce sulla cheratina del capello, rinforzandola grazie all’azione della vitamina BB.

integratori Collage
Gli integratori

 

 

di Fabiana Pellegrino