Capelli crespi addio!

 

Buoni propositi di settembre? Domare i capelli crespi!
Ma cominciamo dal principio: il capello è formato da tre zone concentriche: una più esterna, la cuticola, le cui cellule sono disposte come le tegole dei tetti, una zona intermedia, chiamata corteccia, deputata al volume dei capelli, e infine una terza zona, più interna, chiamata midollo, ricca di cellule vive responsabili della crescita dei capelli.
Spesso, durante il giorno, le cuticole dei capelli tendono ad aprirsi, incamerando aria che li renderà crespi. Al contrario anche un’eccessiva umidità potrebbe essere la causa di una chioma ribelle.

Seguite i nostri 10 consigli per non sbagliare!

1- Non usate prodotti contenenti alcol: sebbene quest’ultimo venga spesso inserito nelle diverse formulazioni cosmetiche, per garantirne la durata, come sostituto ai conservanti chimici, e abbia la funzione di rendere solubili e utilizzabili i principi attivi di molte piante, l’alcol ha anche dei lati negativi. Essendo un solvente che scioglie i lipidi tende a seccare i capelli e a lungo andare sensibilizzare la cute. Tra le proprietà dell’alcol inoltre vi è quella di denaturare le proteine, a tal proposito va ricordato che i capelli sono costituiti per la maggior parte dalla cheratina, una proteina, per questo motivo sconsigliamo vivamente di utilizzare formulazioni a base di alcol (soprattutto shampoo e prodotti che restano sui capelli) causa dell’indebolimento e della secchezza dei capelli.

2- Cercate la glicerina nelle formulazioni dello shampoo: assicuratevi che la glicerina sia in alto nella lista degli inci, il suo intervento sarà salvifico. La glicerina infatti penetra nel fusto del capello, idratandolo e formando una patina di rivestimento che lo rende più forte contro le rotture.

3- Usate sempre il balsamo: penetrando nel capello, lo isola e protegge dall’umidità. Scegliete formulazioni che contengano, come per lo shampoo, glicerina, burro di karité e altre molto ricche. Se temete di appesantire i capelli basterà applicarlo dalle lunghezze alle punte, senza toccare il cuoio capelluto.

4- Risciacquate con acqua gassata: è un metodo semplice ed economico per mantenere in ordine i capelli. L’anidride carbonica contenuta infatti ha un elevato potere sgrassante, elimina i residui di sapone e inoltre il basso livello di ph contenuto aiuta a domare l’effetto crespo.

5- Idratate con la birra: pensavate si potesse solo bere? E invece no. Gli enzimi naturali che contiene aiutano a domare l’effetto crespo conferendo alla vostra chioma un aspetto sano e lucente. La birra, oltre alle vitamine del gruppo B, zuccheri e potassio, possiede un effetto schiarente e riflessante, che potrete ottenere tenendola in posa qualche minuto in più. Quando si dice prendere due piccioni con una fava!

birra

Una birra di ottima qualità è un valido condizionante per capelli crespi

6- Ricordatevi di fare una maschera-impacco almeno una volta a settimana : è fondamentale fare un trattamento specifico che ripari le rotture del fusto e contribuisca nella lotta ai capelli crespi. Provate questa all’avocado e olio d’oliva dall’alto potere idratante: l’avocado infatti è ricchissimo di acidi grassi e Vitamina E, responsabili dell’idratazione dei capelli. Realizzarla è semplice: in un contenitore schiacciate un avocado e aggiungete due cucchiai di olio d’oliva, mescolate bene e stendetela uniformemente su tutti i capelli, lasciando in posa per trenta minuti circa. Meglio ancora se applicate questa maschera sui capelli asciutti e, per ottimizzarne i risultati, coprite la testa con un asciugamano caldo, così da sfruttare il calore per fare penetrare meglio gli ingredienti attivi e prendersi il tempo per un momento di sano relax degno di una Spa.

maschera avocado e olio
L’avocado per ridare nuova linfa ai capelli

7- Pettinateli solo sotto la doccia: evitate di pettinarli da asciutti, rischierete non solo di stressarli, ma spezzarli e danneggiarne le cuticole.

pettinare i capelli
Pettina i capelli sotto la doccia e usa un balsamo o una maschera per districare i nodi

8- Applicate sulle punte olio di cocco o di jojoba: tra gli oli sono quelli più leggeri, che idratano senza ungere, oltre a inebriare con il loro goloso profumo.

9- Fate la piega con i capelli ancora asciutti: il phon secca molto i capelli, pertanto per evitare di sfibrarli ulteriormente, mentre li asciugate lasciateli un minimo umidi e procedete con la consueta piega.

asciugatura
Completa l’asciugatura dei capelli facendo la piega

10- Tenete sempre un siero idratante a portata di borsetta: le condizioni atmosferiche potrebbero mettere a repentaglio l’idratazione dei vostri capelli e voi, per evitare che diventino crespi in superficie, correte al riparo con un siero specifico!

Foto credits: pinkblog.it

di marilu.briguglio