Capelli sfibrati: il segreto per rimetterli in sesto

 

Dopo l’utilizzo di phon molto caldi, piastre e arriccia capelli, i capelli diventano quasi sempre sfibrati. Ma prima di darci un taglio, alcune accortezze quotidiane possono fare la differenza e farci andare dal parrucchiere solo per un cambio di look e non per riparare ai danni.
Talvolta una chioma spenta e poco vigorosa può dipendere da un fattore genetico ed reditario. Non scordiamo poi anche gli agenti atmosferici esterni, dallo smog fino all’acqua troppo calcarea, che non sono degli alleati della bellezza.

Infine gli eccessivi trattamenti come le colorazioni frequenti, e il mancato utilizzo di prodotti per proteggere i capelli da piastre e phon troppo caldi. Ad ogni modo, qualunque sia la causa, l’effetto è sempre lo stesso: i caplli diventano opachi e sfibrati. Per evitare tutto questo questo dovreste seguire due semplici regole.

Capelli
Capelli sfibrati

Da un lato c’è la questione lavaggio, soprattutto se i capelli sono trattati, e dall’altro la questione prodotti. L’acqua non deve essere mai troppo calda per non togliere altra brillantezza ai capelli e non intaccare l’oleosità del sebo. I prodotti da utilizzare devono essere delicati e nutrienti, idratanti e specifici. Per esempio, potete usare una noc di shampoo da massaggiare e diluire con l’acqua.

Inoltre, poche di noi considerano il fatto che l’idratazione e la lucentezza dei capelli dipende molto dalla nostra alimentazione. Il cibo svolge un ruolo fondamentale e il nostro corpo racconta molto delle nostre abitudini alimentari. Mangiare bene vuol dire contribuire ad avere capelli belli. Da evitare pizzette, salumi e cibi pronti in favore di frutta, verdura, cereali, pesce azzurro, poche mandorle o noci da inserire nella dieta alimentare tutti i giorni.

Fonte: glamour.it

di Marianna Feo