Cera d’api per una pelle di seta

 

Oltre al miele, dalle api è possibile ottenere un altro prodotto altrettanto prezioso: la cera d’api.
Essa è prodotta da ben otto ghiandole ventrali delle api operaie, ma soltanto a condizione che l’alveare raggiunga una temperatura compresa tra i 33°C e i 36°C.

Tale prodotto è rilasciato da questi insetti sotto forma di piccole scaglie, che fuse con l’acqua calda si trasformano nella cosiddetta “cera vergine”.
Ma come utilizzare la cera d’api? In che modo e in quali settori, al giorno d’oggi, viene maggiormente impiegata?

Bogenwachs aus Bienenwachs und Kolophonium
Piccole scaglie che fuse con l’acqua calda si trasformano nella cosiddetta “cera vergine”

I molteplici utilizzi

Le proprietà della cera d’api ben si adattano alla formulazione di candele, prodotti cosmetici e specialità farmacologiche, oltre a essere sfruttate per la preparazione di prodotti lucidanti per scarpe e mobili.
In ambito cosmetico, la cera d’api è impiegata per le sue potenzialità idrorepellenti-protettive sullo strato corneo: in prossimità della pelle, infatti, i prodotti formulati con cera d’api formano una sorta di pellicola protettiva, in grado di impedire l’eccessiva perdita d’acqua dalla cute. Inoltre, la cera è largamente utilizzata nella preparazione di lipogel, stick per labbra, emulsioni e unguenti.

MASSAGGI
La cera d’api viene utilizzata anche per fare massaggi

I benefici

La cera d’api è un vero e proprio ricostituente per la cute: ricca di acidi grassi e di vitamina A, la nutre in profondità e combatte la disidratazione.
È ideale soprattutto per le pelli mature, che hanno bisogno di uno stimolo per rinnovarsi e per quelle secche e sensibili perché ricostituisce il film idrolipidico.
È ideale d’estate per chi si espone molto al sole: con la cera d’api si tengono lontane rughe precoci e desquamazione.

Ricetta fai da te

Ecco come realizzare una crema alla cera d’api da utilizzare dopo la doccia o in caso di necessità.

Ingredienti:

30 gr di cera d’api
10 gr di olio di mandorle dolci
10 gr di olio d’oliva extravergine
il succo di mezzo limone
5 gr di miele
10 gr di polvere d’amido
3 gocce di olio essenziale di rosa

Procedimento:

Fondere a bagno maria tutti gli ingredienti. Quando il composto è diventato uniforme, mescolare e conservare la crema in un barattolo di vetro bene chiuso. Utilizzare all’occorrenza.

 

 

di Eliana Avolio