Chi pensa ad alta voce vive meglio

 

Avete l’abitudine di parlare da sole? Vi ritrovate spesso a pensare a voce alta? Davanti allo specchio o in ascensore parlate con voi stesse? State pure tranquille: se siete tra le persone che sono solite fare monologhi con se stesse, non dovete preoccuparvi. Innanzitutto non siete pazze: capita a tutti almeno una volta. Ma le persone a cui capita più spesso non devono preoccuparsi, perché questo è un fattore positivo per la salute della vostra mente. Insomma, parlare da soli fa vivere meglio: ce lo spiega la scienza.

Pensare a voce alta fa bene al cervello

Gary Lupyan, psicologo dell’Università del Wisconsin, ha studiato con Daniel Swingley, dell’Università della Pennsylvania, le persone che parlano da sole, verificando la potenziale utilità nel ritrovare quello che perdiamo a casa. Chi pensa ad alta voce dà un aiuto alla propria mente, influendo in maniera positiva a livello cognitivo.

Il gruppo che è stato invitato a cercare nella stanza un oggetto nominando a voce alta quello che vedevano o cercavano hanno trovato l’oggetto prima del gruppo al quale è stato chiesto di farlo in silenzio. Lo stesso esperimento è stato condotto facendo la spesa al supermercato e i risultati sono stati gli stessi. Pronunciando l’oggetto a voce alta focalizziamo la nostra attenzione, stimolando il cervello.

parlare-da-sola1
Chi parla da solo è più creativo e riflessivo

Quindi, se abbiamo un problema, pensiamo a voce alta e troveremo sicuramente prima la soluzione. Anche perché gli psicologi della Toronto University ci dicono che chi parla da solo è più creativo e riflessivo: altro che matti!

Del resto, anche i bambini parlano da soli e vivono benissimo:

di Redazione