Come dimagrire aggiungendo il brodo alla nostra dieta

 

Secondo gli esperti il brodo può aiutarci a dimagrire: questo perché ha poche calorie. Evidentemente questi esperti non hanno mai provato il brodo di mia zia fatto con fagioli e cotiche, quello dubito che sia ipocalorico. In questo caso, però, si parla di brodo vegetale (mia zia sosteneva che anche il suo fosse vegetale perché conteneva patate e fagioli, le cotiche non venivano considerate), quindi brodo fatto con carote, patate, sedano, cipolle e erbe aromatiche a piacere. A questi ingredienti si può aggiungere anche della carne magra (non le cotiche) o del pesce.

Mi raccomando, carne magra nel brodo
Mi raccomando, carne magra nel brodo

Il brodo fa bene alla nostra salute e alla nostra dieta per diversi motivi:

1) ci riscalda durante l’inverno

2) sazia parecchio: quello vegetale è ricco di minerali, quello di carne di proteine

3) essendo ricco di liquidi, ha azione reidratante e quindi disintossica l’organismo

4) ha poche calorie, anche se dipende dagli ingredienti base: una tazza di brodo contiene dalle 50 alle 150 calorie

5) aiuta a combattere la stitichezza

6) aiuta a dimagrire, soprattutto se non ci mettete le cotiche e se aggiungete spezie che stimolano il metabolismo come pepe, noce moscata e paprika. Inoltre riduce la formazione del grasso addominale

All’interno del nostro regime dietetico il brodo andrebbe aggiunto la sera: questo perché a causa del suo potere saziante, evita le abbuffate serali. Se vogliamo dimagrire, meglio prediligere il brodo vegetale usando verdure di stagione. Inoltre considerate che se ad un brodo vegetale unite un 40 grammi di carboidrati (pasta, riso o anche crostini di pane), avete ottenuto un piatto completo, ma in questo caso meglio consumarlo a pranzo.

In un regime dietetico una tazza di brodo può sostituire tranquillamente un primo piatto o una minestra: in quest’ultimo caso va aggiunto al brodo il medesimo quantitativo di pasta o carboidrati previsti per quella minestra.

Molti consiglio di preparare il brodo, poi lasciarlo raffreddare in frigo e togliere lo strato di grasso superficiale per renderlo più leggero. Solo che così facendo si tolgono anche le proteine, per cui è meglio partire da tagli magri in caso di brodo di carne, evitando di aggiungere troppo sale.

Foto: Wikimedia

di Laura Seri