Come far durare più a lungo la tinta dei capelli

 

Articolo scritto da Sveva Guerreri.
Spesso, a sole poche settimane dall’ultima applicazione della tintura, abbiamo un colore di capelli spento.

Invece, basterebbe seguire alcuni semplici rimedi per far risplendere più a lungo la nostra chioma.
Ogni donna vuole avere capelli luminosi e brillanti.
Spesso si ricorre alla colorazione per nascondere i capelli bianchi o semplicemente per illuminare il colore naturale. La tinta, però, è destinata a durare poco e, se è vero che la ricrescita non si può contrastare, di certo si può evitare che il colore sbiadisca.

Preparazione alla tinta

Woman dying hair
Preparazione alla tinta

Il successo di una tinta dipende innanzitutto dalla preparazione.
Prima di eseguirla, occorre quindi preparare i propri capelli al procedimento chimico. Si consiglia di nutrire i capelli con dei prodotti  idratanti: olio di palma, mandorla dolce, tutte sostanze che vanno a ristrutturare la fibra capillare ed evitano di spezzare i capelli sensibili o già colorati. Infatti, queste sostanze idratanti rendono le ciocche morbide e fluenti. Un suggerimento: è bene evitare di lavare i capelli per due o tre giorni prima di applicare la tinta.

Come stendere la tinta

tinta_capelli
Come stendere la tinta

Quando si va a stendere la tintura, per aumentare la sua efficacia e la sua penetrazione nel capello, si consiglia di avvolgere i capelli nella pellicola trasparente per tutta la durata dell’applicazione.
Si ricorda l’importanza, quando ci si tinge i capelli, di utilizzare dei prodotti specifici per mantenere un colore splendente e conservare una chioma sana.

A questo proposito si dovrebbero acquistare prodotti ad hoc per capelli colorati, grazie alle formule che proteggono i pigmenti. Poiché i capelli, nella loro struttura, sono costituiti da piccole squame sovrapposte, che con l’uso di prodotti chimici, come la tinta, tendono ad aprirsi e a far apparire i capelli spenti e aridi. Per questo è importante utilizzare i prodotti giusti.

Invece, se si ricorre al parrucchiere per applicare la tinta, occorre concordare con il vostro coiffeur di fiducia una colorazione con schiariture tono su tono che, oltre a illuminare, mimetizzi la ricrescita.
Le molteplici tecniche di schiaritura alla moda, come il ‘balayage’, il ‘dip dye’ e lo ‘shatush’, permettono di non ricorrere troppo spesso al parrucchiere e allo stesso tempo  di avere una capigliatura colorata e luminosa.

Attenzioni post tinta

Blond hair
Attenzioni post tinta

Dopo aver applicato la tinta bisogna ricordarsi di proteggere i capelli dai raggi solari (anche utilizzando un cappello): la luce del sole rende più spento il colore applicato. Per di più conviene non usare lacca o gel che contengono alcool e derivati: aggrediscono il colore, limitandone la durata.

Il calore, inoltre, può essere un nemico della nostra tinta: quando la cheratina si scalda eccessivamente, le sue componenti si deteriorano. Quindi: piastre, phon e arricciacapelli devono essere di buona qualità e usati con misura.
Poi si deve fare attenzione con l’acqua, se ricca di cloro, poiché scolorisce i capelli scuri e può dare sfumature verdastre a quelli biondi. Occorre, inoltre, evitare di effettuare lavaggi troppo frequenti e si consiglia di sciacquare i capelli con acqua tiepida (anche fredda).
Come ulteriore rimedio si suggerisce anche di applicare una volta a settimana un prodotto senza risciacquo che faccia da ‘pellicola’ nutriente. Quest’ultimo accorgimento rende il capello colorato particolarmente brillante e morbido.

Infine, un piccolo segreto per mantenere un colore più brillante consiste nell’utilizzare una noce di balsamo, sia prima che dopo il lavaggio, stendendolo sui capelli asciutti: infatti, questa procedura è utile a fissare il colore all’interno del capello.

 

di Redazione