Come funziona la dieta social

Oggi vi raccontiamo di una dieta un po’ particolare, la dieta social. E’ quella che ha seguito Fiorella Loffredo, una ragazza che pesava 114 chilogrammi e che ha deciso di dire basta ai chili di troppo. Per non perdere di vista l’obiettivo che si era prefissata, Fiorella ha deciso di provare a fare un esperimento: pubblicare ogni giorno sulla sua pagina Facebook i suoi sforzi per perdere i 40 chili di troppo. Le persone la motivavano, la sostenevano, la incoraggiavano e così ce l’ha fatta.

#FiorellaBasta. La prima dieta social è il libro edito da Mondadori che racconta questa particolare esperienza, di una dieta vissuta sui social. Dimagrire è più facile grazie al web, ma si deve sempre partire da un regime alimentare consigliato da un dietologo: le diete fai da te non funzionano, inutile perdere tempo.

Fiorella nel suo libro racconta di come ce l’ha fatta, di come nel primo mese di dieta evitava persino di mangiare la frutta, mangiando yogurt a colazione, carne o pesce e verdure a pranzo e solo verdure cotte a cena. Pian piano si è abituata ad avere meno fame e grazie ai consigli del medico nutrizionista ce l’ha fatta.

Non ha mai rinunciato a uscire con i suoi amici, perché la convivitalità non deve essere un tabù, nemmeno per chi è a dieta: stare insieme agli altri fa bene, ma magari cercate di scegliere un ristorante dove ci siano proposte sane.

No al fai da te, no alle diete di moda e occhio a quello che si indossa: sì alle catene low cost che propongono creazioni anche per le curvy. La moda va seguita, a patto di adattarla alle proprie curve.

Quello che poi non deve mai mancare secondo la sua esperienza è il sostegno degli amici, anche su Facebook: se non si è soli si fa prima e meglio, ogni cosa!

di Redazione