Come pettinarsi i capelli per affrontare un colloquio di lavoro

Quando si affronta un colloquio di lavoro è sempre bene presentarsi al meglio. Questo include anche la cura dei capelli. La prima considerazione da fare è che i capelli devono essere sempre puliti, massimo lavati il giorno prima. Il trucco è una giusta moderazione: niente di troppo eccentrico, niente di troppo austero e soprattutto non lasciate ciuffi o frange davanti agli occhi, il futuro datore di lavoro vuole vedere voi, non i vostri capelli. Ricordatevi anche di non usare accessori perché si parla di lavoro, non di una cena fra amici.

La sobrietà dipende anche dal tipo di colloquio di lavoro
La sobrietà dipende anche dal tipo di colloquio di lavoro

Se proprio non potete farne a meno, evitate quelli troppo stravaganti, ma fate della sobrietà il vostro cavallo di battaglia. Se avete i capelli lunghi potete raccoglierli in uno chignon (è adatto in tutte le occasioni), raccoglierli in maniera morbida o lasciarli sciolti, mentre per quelli corti evitate di usare il gel e creme in eccesso, altrimenti sembrano sporchi.

Chi ha il caschetto può decidere di renderlo ondulato o lisciarlo con riga centrale o laterale, è molto professionale. L’unico caso nel quale si possono usare accessori o provare ad usare acconciature più estrose è quando si cerca un lavoro creativo, quindi spazio alle trecce e ai tagli scalati, sempre con ciuffo e frangia lontani dagli occhi. E non toccatevi continuamente i capelli durante il colloquio, denota nervosismo e insicurezza.

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri