Come rilassarsi con il training autogeno

 

Il training autogeno è una tecnica di rilassamento: è un metodo di aiuto psicosomatico che è stato ideato da J.H. Schultz, uno studioso tedesco. Il suo creatore lo definisce come un “metodo di autodistensione da concentrazione psichica”. E’ un metodo molto utile per poter ritrovare la calma, per migliorare il contatto con la propria mente e anche il proprio corpo, migliorare la propria vita, alleviando piccoli o grandi disturbi. Ma come si pratica questa disciplina nata nel lontano 1932.

Gli esercizi di training autogeno
Gli esercizi di training autogeno

Gli esercizi di training autogeno ci garantiscono tantissimi benefici sia psicologici sia fisici: ci consente di migliorare la salute e il benessere, ma anche di reagire alle avversità nella vita con il miglior approccio psicologico. La tecnica di rilassamento ci aiuta a controllare lo stress, a gestire le emozioni e anche ad affrontare le malattie psicosomatiche.

Il training autogeno si fa in tre posizioni, da sdraiati, in poltrone e nella posizione del cocchiere a cassetta. Nella tecnica gioca un ruolo fondamentale la respirazione. Diversi gli esercizi proposti: l’esercizio della pesantezza per rilassare i muscoli, l’esercizio del calore, per aumentare il flusso del sangue, l’esercizio del respiro, l’esercizio del plesso solare, l’esercizio del cuore, l’esercizio della fronte fresca.

Gli esercizi vengono svolti in ordine, sotto la guida di psicologi o di professionisti.

di Redazione