Cosa fare con un tatuaggio che si spella?

 

Quando ci facciamo un tatuaggio, dobbiamo mettere in conto la possibilità che appena fatto si spelli e che si formino delle piccole crosticine. Tale reazione è normale, può durare anche un mese. Se però volete ridurre il numero di squame, ci sono dei piccoli accorgimenti da prendere. Chiedete sempre al vostro tatuatore se va bene, ma quello che potete fare è lavare la parte con saponi neutri per neonati (almeno due volte al giorno) e poi applicare le apposite pomate per i tatuaggi.

Il tatuaggio di un drago
Il tatuaggio di un drago

C’è chi consiglia le pomate a base di vaselina, ma molti tatuatori non le usano più perché è un prodotto troppo grasso e irritante. O comunque non le usano nei primi giorni immediatamente successivi al tatuaggio: prima si preferisce utilizzare creme che aiutano la cicatrizzazione e poi dopo quelle emollienti.

Vanno anche bene le creme idratanti per i bambini, soprattutto quelle a base di ossido di zinco o i prodotti a base di burro di Karitè.

Foto: Wikimedia

di Laura Seri