Cosa fare se l’orecchino si è incarnato?

Purtroppo capita spesso: orecchini e perno incarnati nelle orecchie. Di solito quando ci si accorge del problema è già un pezzo che si sono incastrati dentro la cute dell’orecchio, per cui è molto probabile che ci sia già infezione e cattivo odore. Soprattutto nei bambini controllateli quotidianamente per vedere se gli orecchini e i perni sono a posto: non sempre si prova dolore e potrebbero incarnarsi senza che vi accorgiate di nulla. Il problema lo si ha frequentemente in chi non si toglie mai gli orecchini: se li togliete tutti i giorni prima di andare a dormire è normale vedere se sono incastrati o meno.

Controllate giornalmente orecchini e perni
Controllate giornalmente orecchini e perni

In caso di orecchini o perni incarnati il consiglio migliore è quello di andare al Pronto Soccorso o dal proprio medico (anche se non tutti i medici lo fanno): utilizzando strumenti sterili provvederanno a riaprire il buco e ad estrarre l’orecchino incarnato.

A questo punto poi probabilmente vi prescriveranno disinfettanti, pomate antibiotiche o antibiotici per via orale a seconda del livello di infezione presente.

Se l’orecchino è incastrato solo superficialmente e non c’è molta infezione, qualcuno suggerisce di estrarlo ribucando il buco con un altro orecchino, possibilmente d’oro, nel tentativo di estrarre l’orecchino incarnato. Prima di fare ciò bisogna però munirsi di disinfettanti e acqua calda e sale, farà male, ma bisogna tenere pulita la parte. Sempre se non è troppo profondo, altri consigliano di inumidire la parte con un batuffolo di cotone imbevuto di disinfettante e provare a spingere. Per fare queste manovre è sempre bene farsi aiutare da qualcuno.

Ma attenzione: facendo questa manovra rischiate di lacerare ulteriormente l’orecchio, di provocare sanguinamenti o di peggiorare l’infezione. Per questo per noi la cosa migliore è sempre meglio rivolgersi al Pronto Soccorso. Anche perché a volte il dolore è tale che viene richiesta una sedazione.

di Laura Seri