Cosa non devi fare se vuoi aumentare il tuo metabolismo

 

Riuscire a perdere peso dipende spesso  da alcune strategie che non prendiamo quasi mai in considerazione. Per prima cosa dobbiamo mantenere attivo il metabolismo che è la velocità con cui l’organismo utilizza l’energia, o le calorie, che aiutano l’organismo a mantenere le notre funzioni vitali, dal battito cardiaco alla respirazione.

Pertanto, dovremo evitare di saltare certe abitudini quotidiane, importantissime invece a questo scopo. Molti studi dimostrano come saltare la colazione non è una buona idea.  Durante la notte il nostro metabolismo rallenta a causa dell’inattività, per cui, una volta sveglie, mangiare entro un’ora contribuisce ad accelerare il metabolismo e a controllando l’appetito – si evita l’attacco di fame di metà mattina.

Metabolismo2
Migliorare il metabolismo

Ricordiamoci inoltre che il corpo è abitudinario, per cui non sta bene se salta i pasti o se si fanno in orari non regolari. Se i pasti arrivano ad orari irregolari, l’organismo fa scorta di energie perchè  non sa quando sarà ricaricato la volta successiva per cui rallenta il metabolismo.

Anche l’esercizio, quello aerobico come nuoto, corsa, bicicletta, camminate, o tennis,  aiuta ad aumentare il metabolismo, perchè eleva la frequenza cardiaca e fa bruciare calorie dai muscoli di gambe, glutei e addome. In più, non si dovrebbe trascurare la propria massa muscolare che dai 30 anni in poi tende a diminuire.

La si mantiene facendo attività sportiva e non escludendo le proteine animali o vegetali dalla propria dieta. E’ importante perchè per funzionare richiede più calorie e ne brucia di più rispetto alla massa grassa.

È risaputo che diminuire la quantità di cibo non porta a perdere peso e può provocare un rallentamento del metabolismo del 30%. Infine l’acqua è fondamentale per molte reazioni chimiche che aiutano il corpo a mantenere un metabolismo regolare.

di Marianna Feo