Diete, perché solo il 25% delle persone che ci prova perde peso?

Perché anche se ci mettiamo a dieta, non riusciamo a perdere peso? Sono sempre tante le persone che decidono di rimettersi in forma e di perdere un po’ di chili, sia per una questione estetica sia per una questione di salute. Il 51% degli italiani ha dichiarato di averne seguita almeno una, mentre il 31% ha optato per una dieta fai da te, come emerge dai dati dell’Osservatorio Nestlè – Fondazione ADI. Perà solo il 25% di chi ha seguito una dieta negli ultimi tre anni ha avuto risultati significativi e duraturi. Perché?

Barbara Allegro, esperta di trattamentimetabolismo.com, spiega: “Il problema è che moltissimi pensano che seguendo una dieta, spesso regolandosi da soli, i risultati possano arrivare ed anche velocemente. Invece una parte importante di chi lamenta problemi di peso, ha sopratutto problemi di metabolismo“.

Ovviamente questo non significa che non sia giusto seguire una alimentazione corretta o fare sport, ma certamente le disfunzioni metaboliche sono costantemente sottovalutate dalla opinione pubblica. Il 70% della popolazione ha almeno un paio di sintomi, che magari non rappresentano una vera e propria patologia, ma che possono incidere sulla qualità della vita e sul peso“.

Forse soffriamo di metabolismo lento: alcuni segnali di questo disturbo sono stanchezza cronica, dolori muscolari, disturbi del sonno, peso che non scende nonostante diete e sport. Ecco perché prima di intraprendere una dieta, l’esperta spiega che bisogna fare una visita e un’analisi del metabolismo, che dipende da diversi fattori, come età, sesso, stress, situazione ormonale.

Per riattivarlo dobbiamo:
– Fare subito una visita da uno specialista o in un centro specializzato per i trattamenti per il metabolismo;
– Bere molta acqua

– Dormire di più
– Fare anche piccole attività fisiche quotidiane
– Prendere in considerazione sedute specifiche finalizzati a trattare il proprio metabolismo

di Redazione

  • In questo articolo:
  • Diete