Dormire con i tappi per le orecchie è pericoloso?

Ci sono persone che senza tappi nelle orecchie di notte non riescono a dormire: hanno il sonno leggero e si svegliano di continuo a qualsiasi rumore. Per risolvere il problema si potrebbero insonorizzare la pareti della camera da letto, ma diventa un procedimento lungo e costoso. La  cosa migliore, quindi, è mettersi gli appositi tappi per le orecchie, li vendono sia in farmacia che nei supermercati. Ma sono sicuri? In effetti qualche pericolo c’è, soprattutto se si usano per lunghi periodi di tempo.

C'è chi non può fare a meno dei tappi nelle orecchie per dormire
C’è chi non può fare a meno dei tappi nelle orecchie per dormire

Se per esempio li spingiamo troppo in giù, rischiamo di spostare verso il timpano eventuali tappi di cerume. Inoltre devono essere sempre perfettamente puliti, altrimenti possono provocare otiti esterne. Di solito i materiali con cui sono fatti è ipoallergenico, ma anche così ogni tanto si possono avere reazioni allergiche.

Se si ha poi un’otite in corso o un eritema è bene evitare di utilizzare i tappi perché potrebbero peggiorare l’irritazione della cute del condotto uditivo.

Altro motivo per non spingere i tappi verso l’interno è che si potrebbe aumentare la pressione nel condotto uditivo esterno, causando dolore. Questo accade soprattutto di notte, quando si dorme con l’orecchio appoggiato al cuscino e con i tappi espandibili. E spingendoli troppo in basso, c’è il rischio che poi non si riescano ad estrarre.

Bisognerebbe poi ricordarsi di ruotare un paio di volte il tappo nelle orecchie prima di toglierlo al mattino e questo perché, se lo tirate via troppo velocemente, rischiate di creare un’improvvisa pressione negativa nell’orecchio.

Foto: By Simon A. EugsterOwn work, CC BY-SA 3.0, LinkFlickr

di Laura Seri