Ecco perché nel 2030 non faremo più l’amore

Il dottor David Spiegelhalter ha fatto una profezia terribile: nel 2030 fare l’amore potrebbe essere un ricordo lontano. Secondo i dati in suo possesso, la frequenza con cui le persone fanno l’amore sta diminuendo progressivamente. Pensate che negli anni Novanta si faceva l’amore in media cinque volte al mese, poi negli anni Duemila si è passati a quattro volte al mese e negli ultimi dieci anni si è arrivati a tre volte al mese. Quindi se si continua così fra un po’ rischiamo l’estinzione!

Meglio guardare la tv o fare sesso?
Meglio guardare la tv o fare sesso?

Secondo Spiegelhalter la colpa è tutta della tecnologia: abbiamo troppe fonti di distrazioni che ci collegano al resto del mondo, ma che distolgono la nostra attenzione da chi ci siede accanto.

Il dottore ci spiega che oggi le persone preferiscono guardare, piuttosto che fare: stanno sui social network, guardano telefilm, chattano con gli amici e poi non hanno più tempo di fare l’amore. O si scordano di farlo. Anzi: spesso è proprio il suono di una notifica sullo smartphone che ci interrompe proprio sul più bello.

Curiosa questa inversione di tendenza: la tecnologia ha contribuito a diffondere il porno a livello mondiale, tutti vi possono accedere quando vogliono, ma a discapito del sesso reale fatto con i nostri partner.

Foto: Wikimedia

di Laura Seri