Ecco quante volte bisognerebbe andare al bagno durante il giorno

C’è chi deve correre sempre in bagno a fare la pipì e chi, invece, potrebbe tranquillamente trattenerla da mattina a sera, senza bisogno urgente o impellente di urinare. Ci sono persone che non riescono proprio a trattenerla e chi invece, magari complice il fatto che non gradisce farla lontana dal suo bagno, riesce a resistere stoicamente. Lo sapete che ne un’abitudine ne l’altra fanno bene alla salute? Secondo gli esperti esisterebbe un numero esatto di volte in cui, se stiamo bene, dovremmo andare in bagno a fare la pipì.

Ovviamente non esiste il numero perfetto, ma gli esperti consiglierebbe di andare in bagno a fare pipì dalle 4 alle 7 volte al giorno: la frequenza sarebbe fortemente condizionata sia da quanto sia da cosa beviamo ogni giorno, ma tendenzialmente non dovremmo mai scendere sotto le 4 volte e non dovremmo mai farla per più di 7 volte al dì.

Francesco Montorsi, direttore dell’Unità di Urologia del San Raffaele di Milano, spiega: “Esistono pazienti affetti da una sindrome nota come “vescica iperattiva” che è caratterizzata dalla presenza di contrazioni involontarie della muscolatura vescicale le quali a loro volta obbligano i pazienti a correre in bagno a urinare“.

Ovviamente fare troppa pipì al giorno indica che c’è qualcosa che non va: se sono casi sporadici, magari di giorni in cui abbiamo bevuto tanta acqua o mangiato tanti alimenti che aumentano la diuresi, non dobbiamo preoccuparci. Ma se diventa la norma, forse qualche domanda dobbiamo farcela.

E occhio anche a chi non la fa mai durante il giorno: “Tenere la pipì troppo a lungo comporta quasi sempre un riempimento eccessivo della vescica la cui muscolatura poi può fare fatica a riprendere a funzionare al momento buono. Anche se non si ha voglia di fare pipì, è bene provarci almeno ogni 4 ore e controllare di aver bevuto abbastanza“.

Come sempre, la giusta via di mezzo è la risposta a ogni cosa. Anche in salute!

di Redazione