Extension alle ciglia per correggere la forma degli occhi

Le extension alle ciglia non sono solo un vezzo per rendere lo sguardo più profondo: stiamo parlando di un trattamento di bellezza molto di moda, che ci dà una mano anche a correggere la forma degli occhi, non solo a infoltire le ciglia senza utilizzare il mascara. Possiamo sfruttare le diverse tecniche per valorizzare la forma degli occhi e anche per correggere alcuni difetti estetici, come ad esempio gli occhi infossati, gli occhi orientali, gli occhi incappucciati, gli occhi sporgenti, gli occhi all’insù, gli occhi all’ingiù, gli occhi vicini o distanti.

Anna Ushakova, Hair Stylist e Makeup Artist (www.annartstyle.com), ci dà i suoi preziosi  consigli. Gli occhi infossati sono larghi e posizionati in profondità: questo crea l’illusione di un osso sopraccigliare più prominente. Per chi ha questo tipo di occhi consiglio extension lunghe e leggermente incurvate. Gli occhi monopalpebra/orientali hanno la palpebra mobile piatta, senza la classica piega degli occhi occidentali. Può presentare un minimo accenno di piega o non averlo affatto. Chi ha questo tipo di occhi dovrebbe mettere delle extension molto incurvate effetto 3D, che risaltano la linea naturale delle ciglia.

Gli occhi incappucciati sono quelli che hanno uno strato di pelle in più che si appoggia sulla palpebra mobile, rendendola visivamente più sottile e quasi invisibile. Questa tipo di occhi può essere così dalla nascita o può presentarsi dopo i 40 anni, quando la pelle è più morbida e tende a cedere. In questo caso è consigliato fare extension incurvate che risaltano gli occhi; chi vuole avere ciglia particolarmente infoltite, può optare per le extension effetto 3D che rendono questo tipo di occhi molto espressivi. Gli occhi sporgenti hanno la palpebra mobile completamente visibile e protesa verso l’esterno. Questo piccolo rigonfiamento rende la palpebra più grande e visibile, e offre molto più spazio per il make up. Io consiglio extension dall’effetto naturale con ciglia piu corte al centro dell’occhio e più lunghe sugli angoli esterni.

Gli occhi all’insù, conosciuti anche come occhi a mandorla, hanno gli angoli esterni rivolti verso l’alto. La palpebra inferiore ha più enfasi di quella superiore. In questo caso è consigliato fare extension leggermente più lunghe al centro dell’occhio in modo da ottenere uno sguardo più aperto. Gli occhi all’ingiù hanno gli angoli esterni leggermente cadenti, più bassi rispetto agli angoli interni dell’occhio. Occhi del genere, a causa della loro forma cadente, possono dare un’aria stanca ma con extension incurvate e lunghe sugli angoli esterni questo tipo di occhio può diventare molto sensuale.

Gli occhi ravvicinati sono vicini al naso e hanno una distanza che risulta minore rispetto alla dimensione di un bulbo oculare. Per distanziarli otticamente si possono fare extension corte verso l’angolo interno e lunghe e folte verso l’angolo esterno.

Gli occhi distanti si posizionano a più di un bulbo oculare di distanza tra l’uno e l’altro e sono più vicini alle tempie che al naso. È possibile ravvicinarli otticamente con delle extension più folte verso il naso e l’angolo interno dell’occhio.

di Redazione