Fertility Fake, il 22 settembre la protesta contro il Fertility Day

 

La campagna del Fertility Day promossa dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin proprio non l’abbiamo digerita. Ecco perché domani, giovedì 22 settembre, è stata organizzata una grande manifestazione per protestare contro una campagna che definire inutile, offensiva e priva di logica è dire poco. Domani tutti in piazza per il Fertility Fake, proprio nella Giornata della Fertilità, tanto voluta dal ministro che, dopo le polemiche online, ha deciso di fare marcia indietro e cambiare strategia di comunicazione. Ma ormai era troppo tardi.

Tutti in piazza per il Fertility Fake!
Tutti in piazza per il Fertility Fake!

Da Facebook è stato lanciato il Fertility Fake, con alcune città confermate come Roma, Firenze, Napoli, Torino, Padova, Bologna, Pisa, Pescara e Perugia, alle quali sicuramente se ne aggiungeranno altre.

I contro slogan!
I contro slogan!

Il Governo ci incita a fare figli e a farli presto. Molti/e di noi vorrebbero pure..e e infatti #siamoinattesa. Di asili nido, welfare, reddito, bonifiche! Porta in piazza la tua attesa!“.

Eh sì, siamo in attesa...
Eh sì, siamo in attesa…

Questo il messaggio della Signorina Effe, una fan page nata per protestare contro il Fertility Day: oltre alle immagini, che riprendono quelle della campagna tanto criticata, anche dei video di chi vorrebbe tanto avere figli, ma non può o non riesce e si sente discriminato da quelle frasi lanciati come slogan qualche settimana fa.

Slogan che sono stati cambiati con una campagna più sobria e, speriamo, più scientifica, non fatta di frasi fatte offensive, ma di contenuti e magari di proposte per fare in modo che tutti coloro che lo vogliano possano diventare genitori.

fertility-day
Il nuovo logo del Fertility Day

di Redazione