Gambe gonfie e pesanti? Prova i rimedi naturali

 

Con il caldo, l’umidità e l’afa di questi ultimi giorni d’estate le gambe si gonfiano a dismisura, un fastidio abbastanza doloroso e che sicuramente, specialmente in estate quando ci si scopre di più, diventa antiestetico.
Con l’alzarsi delle temperature, infatti, tendono ad accentuarsi i problemi circolatori legati alla sensazione di pesantezza e di gonfiore a livello delle gambe, dei polpacci e delle caviglie.

Quando si tratta di situazioni patologiche, diffuse e che perdurano durante l’anno è meglio rivolgersi a degli specialisti, ma se si tratta solo di gonfiori, formicolii e piccoli dolori legati prevalentemente al caldo, allora ci sono alcuni rimedi semplici e naturali che potrebbero fare al caso vostro!

Alimentazione

Ci sono alcuni alimenti che, più di altri, favoriscono il trattamento delle gambe gonfie come i frutti di bosco che aiutano la salute delle vene e la circolazione sanguigna. La cipolla, invece, è un ottimo diuretico e aiuta a combattere la ritenzione idrica, così come fragole, ananas e il succo di mirtillo che aiuta il sangue a circolare in modo regolare.

i frutti di bosco aiutano la salute delle vene e la circolazione sanguigna
i frutti di bosco aiutano la salute delle vene e la circolazione sanguigna

Un’altra cosa da fare assolutamente è quella di bere tanto e con regolarità in modo da aiutare lo smaltimento della ritenzione idrica.

Tisane e infusi

Ottime sono poi sia le tisane che gli infusi e in particolare gli infusi ricavati con foglie di mirtillo (ne bastano 20 grammi lasciati in infusione per 15 minuti) o quello con le foglie di nocciolo (disponibile già pronta in erboristeria), entrambe molto efficaci per contrastare il gonfiore delle gambe.

Provate gli infusi al mirtillo o alle foglie di nocciolo
Provate gli infusi al mirtillo o alle foglie di nocciolo

In generale comunque prediligete tisane al fieno greco e al timo, se volete contrastare la ritenzione idrica, o tisane alla menta, mirtillo, centella asiatica e finocchio, se invece volete stimolare la circolazione sanguigna.

Massaggi e Movimento

provate dei massaggi linfodrenanti (eseguiti procedendo con movimenti circolari a partire dalle caviglie) con olio di mandorle e qualche goccia di olio essenziale di limone o rosmarino
Provate dei massaggi linfodrenanti (eseguiti procedendo con movimenti circolari a partire dalle caviglie) con olio di mandorle e qualche goccia di olio essenziale di limone o rosmarino

Non dimenticate poi l’importanza di fare movimento: basta un giretto la mattina o la sera per aiutare la circolazione e sgonfiare un po’ le gambe, mentre i massaggi linfodrenanti (eseguiti procedendo con movimenti circolari a partire dalle caviglie) aiutano moltissimo, sopratutto se effettuati con oli benefici arricchiti con gocce essenziali di limone o di rosmarino che assicurano una migliore efficacia.

Impacchi

Un’altra strategia per cercare di sgonfiare le gambe è quella di applicare degli impacchi direttamente su gambe e caviglie per cercare di ridurre la sensazione di pesantezza e gonfiore. I migliori sono tre:

– Impacco al cavolo verde: mettete 4 foglie a macerare in acqua borica per almeno un’ora, applicatele poi sulle gambe e copritele con un sottile strato di garza e bende, applicate per circa 45 minuti direttamente sulle parti interessate.

– Impacco al tè verde: lasciate in infuso durante la notte delle foglie di tè in acqua bollente, filtrate il composto e usatelo per bagnare le garze in cotone che poi applicherete sulle gambe gonfie finché non inizierete a sentire un po’ di sollievo.

Impacco al cavolo verde anti gonfiore facilissimo da preparare a casa
Impacco al cavolo verde anti gonfiore facilissimo da preparare a casa

– Impacco all’aceto: diluite una parte di aceto in dieci parti di acqua e, dopo aver bagnato con questo composto le garze in cotone, applicatele attorno alle caviglie e lasciate agire almeno per 20 minuti.

Abbigliamento

Infine, per evitare di peggiorare la sensazione di pesantezza e gonfiore, evitate di indossare pantaloni e jeans troppo aderenti e stretti lungo le gambe e calzature troppo alte o rasoterra che sicuramente non aiutano la circolazione del sangue.

di Carlotta Rubaltelli