Gli smalti vegani che non contengono formaldeide

 

Oggi giorno molte donne prestano molta attenzione alla qualità dei prodotti di bellezza che utilizzano, come gli smalti. Spesso questi ultimi  contengono sostanze potenzialmente pericolose per la salute – anche cancerogene – come la formaldeide il Dbp e il toluene, usate per trattenere più a lungo lo smalto sulle unghie.

Per fortuna, in commercio esistono degli smalti vegan ovvero al 100% cruelty-free, ossia prodotti per la cui realizzazione non sono stati effettuati test sui nostri piccoli amici, e hanno una composizione totalmente vegetale.

Smalti vegani
Smalti vegani

Tra  gli smalti vegani migliori ci sono quelli prodotti dall’azienda di cosmetici Zoya, il primo brand americano ad utilizzare per i suoi prodotti una formulazione priva appunto di formaldeide, Dbp e toluene.

In particolare i colori e i trattamenti Color Lock sono particolarmente consigliati per le donne incinta. Un ottimo marchio è anche Orly, a cui si deve l’invenzione della french manicure. Quasi tutti i suoi smalti sono considerabili vegani tranne i perlati, che contengono polvere di perle, e alcuni rossi che contengono cocciniglia. Anche gli smalti della svedese Intensae sono vegetali e proposti in una varietà di colori intensi.

di Marianna Feo