Halloween, come proteggere la salute dei bambini (e non solo la loro)

La tradizione di Halloween prevede che i bambini, magari accompagnati da un adulto, perché non si sa mai, vadano in giro casa per casa, mascherati e truccati a tema, per chiedere un dolcetto a ogni abitante. E se questo non viene dato, allora meglio fare uno scherzetto. Attenzione, però, perché la salute dei più piccoli è messa a dura prova con questa festa. Anzi, non solo la loro salute, anche la nostra (mica penseranno di mangiarseli tutti loro gli snack dolci, vero?). Il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e la pediatra Lucilla Ricottini, in collaborazione con Consulcesi Club, ci dà i consigli per un Halloween sano e sicuro!

1. Sì ai dolcetti, ma meglio se fatti in casa, se conoscete però chi li ha preparati. Meglio i dolci della nostra tradizione, sani e golosi, mentre se andate in giro casa per casa, meglio optare per quelli confezionati. Ovviamente non dateli tutti da mangiare ai piccoli in quella sera! Attenzione ai più piccoli e al rischio di ingestione di dolcetti troppo piccoli o troppo duri.

2. Attenzione ai costumi presi in affitto, ma anche quelli comprati: teneteli all’aria per un po’ e scegliete prodotti che rispettino gli standard di sicurezza. Non devono avere troppa pelliccia, non devono essere fatti di materiale infiammabile, non devono essere colorati con coloranti potenzialmente pericolosi se inalati.

3. Attenzione ai trucchi di Halloween, soprattutto in caso di allergia al nichel o dermatite atopica, ma non solo. Controllate gli ingredienti di ogni prodotto che utilizzate per truccare il volto e il corpo del piccolo, preferendo quelli naturali.

4. Attenzione alle lenti a contatto colorate: chiedete consiglio all’oculista o al medico del bambino, perché l’uso scorretto di questi accessori potrebbe nuocere gravemente alla loro salute.

5. Sì al dolcetto scherzetto, passeggiare in giro per la città fa assolutamente bene, considerando che poi mangeranno tanti dolci. Così potranno smaltirli tutti.

di Redazione