Hot Yoga, quando sudare fa bene alla salute e allo spirito

 

Rilassarsi e concentrarsi su anima e corpo per farsi scivolare via le tensioni e gli stress. Questa è la filosofia alla base dello yoga, che è molto più di un’attività fisica, è una disciplina che va abbracciata nella sua completezza.
Vi siete mai misurati con questa pratica orientale? Benissimo, se ci state ancora pensando e tra i fioretti per il nuovo anno c’è quello di mettersi a fare movimento, dovete conoscere assolutamente lo Hot Yoga.

Bikram yoga
Si pratica in stanze a 40 gradi

Nonostante il nome faccia pensare a un panino o a un’attività molto sexy, l’aggettivo caldo non ha nessuno doppio senso, anzi va letto letteralmente. Per eliminare le tossine e bruciare i grassi, è stata studiata una variante delle yoga che si pratica a 40/42 gradi (in una stanza con il 40% di umidità).

Il padre fondatore è il Bikram Choudury, diventato famoso per aver aperto il prima “Yoga College of India” a Beverly Hills e soprattutto aver accolto numerose star (tra cui Madonna, Sting, Gwyneth Paltrow, Christy Turlington, Sadie Frost, Jude Law). E’ per questo che lo hot yoga è noto semplicemente anche come metodo Bikram.

Le lezioni del metodo Bikram

hot-yoga-6
E’ organizzata in 26 figure dinamiche

Le classi sono di 90 minuti e si svolgono in una stanza con una temperatura di circa 40 gradi, ma l’ambiente non ha nulla a che vedere con saune o hammam. Sono stanze molto ampie che accolgono massimo 20 persone. Il top sarebbe praticarlo in un posto esotico, dove il caldo è naturale.

Non abitando tutti ai tropici dobbiamo sfruttare le palestre specializzate (sono ormai molte anche in Italia), dove ovviamente le aule sono temperate artificialmente. Durante le lezioni si eseguono 26 pose dinamiche, dette asana, intervallate da esercizi respiratori tipici dello pranayama.

Andrebbe praticato tre volte la settimana. Nella fase iniziale (della durata di 10 giorni) si consiglia, invece, tutti i giorni, per abituare il corpo alle alte temperature.

Perché fa bene?

hot-yoga-5
Il caldo purifica e attiva il metabolismo

Il metodo Bikram ha dalla sua tutti i benefici psichici e fisici dello yoga tradizionale. Il calore però è qualcosa in più. Serve a sudare e di conseguenza a purificare e a eliminare le tossine. Inoltre, aumenta il metabolismo e favorisce il dimagrimento (fa bruciare fino a 600 calorie a lezione). Lo Hot Yoga ha effetti positivi sul sistema digestivo, respiratorio, endocrino e linfatico, che inizieranno a lavorare in perfetto equilibrio tra loro.

Ci sono delle precauzioni o dei rischi?

Woman doing Yoga at home - Bridge position
Le lezioni sono di gruppo: massimo 20 persone

Prima di fare lezione bisogna idratarsi molto bene: bevete tanta acqua naturale a temperatura ambiente perché i 40 gradi vi faranno sudare moltissimo (si perdono anche 2 litri di acqua a lezione). Il calore riduce gli infortuni di tipo muscolare e favorisce l’ossigenazione dei tessuti, però abbassa anche la pressione. Di conseguenza non è adatto a chi è ipoteso o a chi ha problemi cardiaci.

 

 

 

di Mariposa