Il primo ospedale italiano che apre le porte agli animali domestici

 

L’ospedale di Treviglio ha un primato che rende onore alla struttura: è il primo ospedale italiano ad aprire le porte agli animali domestici dei pazienti ricoverati nei suoi reparti. Sappiamo tutti quanto la pet therapy possa aiutare le persone malate ad affrontare meglio la propria condizione. Se poi accanto a loro hanno i compagni “pelosetti” amici di una vita, allora è ancora meglio. Purtroppo, però, gli ospedali italiani non vedono di buon occhio l’ingresso degli animali. Ma Treviglio prova a cambiare le regole.

Therapy Dog Visiting Young Female Patient In Hospital
A Treviglio gli animali domestici possono far visita ai padroni in ospedale

L’azienda ospedaliera della città lombarda, infatti, ha approvato un nuovo regolamento che toglie il limite all’accesso degli animali domestici all’interno dell’ospedale: i pazienti potranno portare con loro cani, gatti e conigli che potranno girare senza problemi nella struttura. Via libera nelle strutture di Romano, Calcinate, San Giovanni Bianco e anche nei poliambulatori.

L’ingresso degli animali domestici sarà consentito, ovviamente, nel normale orario di visita di amici e parenti e ci saranno delle regole da rispettare: gli animali saranno sorvegliati dall’Asl e controllati dal coordinatore infermieristico che potrà dare il via libera all’accesso. Non potranno ovviamente entrare nei reparti di anestesia, rianimazione, chirurgia generale, ostetricia, ginecologia, unità cure coronariche, stroke unit, terapia sub intensiva.

Therapy Dog Visiting Young Male Patient In Hospital
Gli animali potranno entrare nel normale orario di visita, seguendo alcune regole.

Ovviamente, prima di far entrare in camera l’animale domestico, sarà cura del personale chiedere il consenso anche degli altri pazienti ospitati nella stessa camera.

di Redazione