La dieta che aiuta l’abbronzatura

 

Volete regalarvi una pelle dorata come da rivista, ma non sapete cosa fare?
Il segreto per un’abbronzatura perfetta è una dieta ricca di cibi abbronzanti: con le loro proprietà nutritive aiuteranno, infatti, la vostra pelle a reagire ai raggi del sole e a farvi avere una tintarella invidiabile.

Non importa di che colore sia la vostra carnagione e quanto tempo vi esponete al sole, per evitare scottature e proteggere la pelle oltre ad utilizzare una buona crema protettiva il segreto risiede a tavola.
Per avere una pelle abbronzata e idratata innanzitutto dovrete bere tantissima acqua. Ricordatevi che l’acqua non idrata soltanto, ma attiva il metabolismo, aiuta a dimagrire e a combattere ritenzione idrica e cellulite!

yamamay-intimo-abbronzatura
Di che colore è la vostra carnagione?

Come vi accennavo prima, però, per avere una splendida abbronzatura dovrete aumentare nella dieta l’assunzione dei cibi abbronzanti, ovvero quei cibi ricchi di vitamina A e che, grazie a questa particolarità, sono in grado di stimolare la produzione della melanina, responsabile della vostra tintarella.

Come riconoscere i cibi abbronzanti?

Basta guardare il loro colore: la frutta e la verdura arancione o rossa sono tendenzialmente ricche di betacarotene e vitamina A. Tuttavia non sono gli unici cibi abbronzanti, ma solo quelli con un maggiore potere abbronzante.
Le carote, le albicocche, i peperoni, le ciliegie, i cocomeri, i meloni, i pomodori, la zucca sono solo alcuni esempi di cibi abbronzanti.

Anche i cibi ricchi di vitamina C andrebbero integrati nella dieta: oltre a rinforzare le difese immunitarie, combattono lo stress ossidativi dovuto all’esposizione ai raggi solari, mantenendo la pelle giovane e abbronzata.
Integrate, dunque, i frutti di bosco, le arance, la  papaya e i kiwi.

centrifugato-abbronzatura
Cibi abbronzanti

Schema dietetico di un giorno:

Colazione:

– Centrifugato a base di carote, a cui aggiungere una manciata di frutti rossi, ribes o lamponi oppure albicocche, melone e pesche.

Spuntino:

– Ciliegie o frullato di frutta.

Pranzo:

– Carne bianca o pesce;
– Insalata fresca con pomodori, peperoni rossi, carote, cavolo rosso e lattuga. Divertitevi ad alternare questi ingredienti in base all’occorrenza. Nell’insalata potete inserire anche una manciata di pinoli, sesamo e semi di zucca;
– Frutta: pompelmo, arance o mela tagliata a pezzi da consumare a fine pasto o da inserire nell’insalata per renderla più gustosa.

Merenda:

– Spiedini di frutta a base di mango, albicocche, fragole, papaya e melone, ottimi se abbinati con crostini di gamberi e salmone, fonti di Omega Tre, oppure pinzimonio con tante verdure fresche da gustare insieme a un’emulsione a base di olio extra vergine di oliva.

Cena:

– Pesce o legumi
– Spinaci, patate, bietole e verza, da cuocere al vapore oppure in padella, senza molta acqua e aggiungendo un filo d’olio al termine della cottura. Per mantenere intatto il potere delle vitamine è importante consumare anche le verdure crude, in insalata, pinzimonio o semplicemente da sgranocchiare.

 

 

 

di Eliana Avolio