La dieta della longevità

 

Chi non vorrebbe vivere per sempre? Ne abbiamo sentiti di rimedi naturali e non, per evitare di invecchiare, di ammalarci, di morire giovani. Ovviamente invecchiare non significa automaticamente ammalarsi, ma sembra proprio che la soluzione l’abbiamo sempre avuta davanti agli occhi, o meglio, alla bocca. Il cibo che ingeriamo quotidianamente può essere causa dei nostri problemi di salute. Vari studi condotti nel campo della nutrizione hanno portato a rivalutare le diete seguite dai nostri avi, quelle in cui si mangiava quello che si produceva, senza trattamenti e processi di trasformazione chimici.

vegetali
Dieta a base vegetale

La nostra dieta può essere la chiave della longevità?

Insomma, stiamo tornando alla cultura del mangiare sano, ma buono! Perché i prodotti genuini piacciono a tutti. Come tutte le diete, anche questa comporta una serie di cambiamenti nelle abitudini alimentari, nel modo di fare la spesa, ma al contempo può far crescere la consapevolezza di come mangiamo. Come sempre, è solo questione di scelte.

Perciò cosa dovremmo mangiare per vivere più a lungo? Grazie a questi alimenti si può prevenire, ritardare o minimizzare i disturbi associati all’età, inclusi artrite, perdite della memoria e abbassamento della vista.

dieta
Sì ai carboidrati integrali

La dieta che maggiormente apporta benefici all’organismo è quella a base di verdure fresche, frutta e legumi, cibi che sono naturalmente ipocalorici e ricchi di nutrienti. Gli esperti dicono che gli antiossidanti che si trovano nei prodotti agricoli, i legumi e tutti i cereali in grani rallentano per il nostro organismo lo scorrere del tempo.

La dieta della longevità consiste quindi in poche proteine e molta verdura, poca frutta e carboidrati integrali. La carne non è inclusa, mentre il pesce sì, 2-3 volte alla settimana. Inoltre è previsto un giorno di digiuno al mese. Fattibilissimo!

dieta_longevita
Dieta con pesce, frutta secca e semi

Nutrizione anti-aging per vivere 100 anni

Ci sono delle zone nel mondo definite Zone Blu, in cui c’è una grande concentrazione di persone centenarie. Si tratta di zone in cui lo stress non esiste e questa è già la prima arma vincente che assicura l’immortalità! Stile di vita a parte, si tratta comunque di persone considerate le più sane nel mondo. Quindi qual è il loro segreto?

Semplici regole facilissime da seguire:

– Smettere di mangiare quando l’80% del nostro stomaco è pieno, per evitare di aumentare di peso.
– Consumare il pasto più leggero e minore la sera o nel tardo pomeriggio.
– Nutrirsi soprattutto di vegetali, in particolar modo fagioli. Mangiare carne molto raramente, in piccole porzioni.
– Bere alcol moderatamente e in modo regolare, per esempio 1-2 bicchieri al giorno.

Una curiosità: in Italia c’è una Zona Blu in Sardegna. Pensateci per la prossima vacanza…

longo-pensilina
Lo scienziato Valter Longo

La dieta italiana della longevità firmata da Valter Longo

L’eccellenza italiana non smette mai di deluderci. Anche nel campo della nutrizione abbiamo uno scienziato che è considerato il massimo esperto degli studi sull’invecchiamento e le malattie che ne possono derivare. Valter Longo ha dimostrato con i suoi studi che ci si può curare con il cibo: riducendo il grasso addominale, rigenerando e ringiovanendo il nostro corpo, si favorisce una vita più lunga e con una qualità alta. Allo stesso tempo si possono abbattere il rischio di cancro, di infarto, diabete e l’Alzheimer. Il libro ‘La dieta della longevità’ è il risultato di questi studi.

di Michela Guida