L’allattamento al seno riduce il rischio di cancro alla mammella

 

Negli ultimi anni, varie ricerche hanno provato che l’allattamento al seno, per almeno sei mesi, fa sì che le donne non si ammalino di tumore alla mammella.  Ciò è dovuto al fatto che l’allattamento permette alle cellule del seno di completare la loro maturazione, diventando anche più resistenti alle trasformazioni maligne.

Inoltre, da un recente studio condotto da alcuni ricecatori  svedesi, emerge che le donne che hanno allattato al seno abbiano una maggior probabilità di sopravvivenza nel caso in cui la malattia sia sopraggiunta.

allattamento-seno5
I benefici dell’allattamento al seno

L’allattamento al seno è dunque importante non solo per la salute del bambino ma anche per quella della madre, non solo come prevenzione ma anche come capacità di ridurre la gravità della malattia.

Un motivo in più per favorire l’allattamento al seno per almeno 6 mesi, ma anche oltre,  durante lo svezzamento.

di Marianna Feo