Le 10 cose da sapere prima di rimuovere un tatuaggio

 

Un tatuaggio è per sempre. O quasi. Se sono sempre più le persone che decidono di farsi fare un tatuaggio sulla propria pelle, sono anche moltissime le persone che ogni anno si pentono di quello che hanno fatto e cercano di rimediare e di cancellare quel disegno. Ma non sempre è così facile, come suggerito dall’Aicpe, l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, che presenta il decalogo delle cose da sapere prima di procedere alla rimozione del tatuaggio.

rimuovere-tatuaggi (2)
Cose da sapere prima di rimuovere un tatuaggio

1. La rimozione completa del tatuaggio non è sempre possibile: dipende dal colore, dalla profondità, dal tipo di pigmento e dal tipo di pelle.

2. La rimozione deve essere eseguita da un professionista esperto.

3. La rimozione è un procedimento lungo, possono essere necessarie diverse sedute da programmare in 6-8 settimane. E per un mese non bisogna prendere il sole!

4. Non si possono quantificare prima le sedute necessarie per rimuovere il tatuaggio.

5. La durata di ogni singola seduta non è quantificabile.

6. I tatuaggi rosa, marroni e arancioni devono essere trattati con attenzione, effettuando dei test.

7. Il trattamento di rimozione può essere interrotto in qualsiasi momento.

8. Il trattamento con laser Q-S è doloroso.

9. Per chi ha la pelle scura, il trattamento presenta più problemi.

10. Dopo il trattamento sulla pelle si formano delle bollicine e poi delle croste. Inoltre, dove c’era il tatuaggio potrebbe rimanere per qualche anno o per sempre un’ombra!

di Redazione