Le 5 principali forme di sopracciglia

 

Parliamo sempre di come regolare le sopracciglia, di come sfoltirle o rinforzarle, ma ci siamo mai chiesti quanti tipi di sopracciglia esistono? Di base ci distinguono le sopracciglia in 5 tipi: arrotondate, ad angolo, ad angolo morbido, arcuate e anche dritte. Conoscendo le caratteristiche di ciascuna tipologia di sopracciglia sarà possibile poi scegliere quale si adatta meglio al nostro viso. Magari vedendole su un altro viso fa un certo effetto, ma sul nostro può essere che non si adattino.

Una delle 5 forme base delle sopracciglia
Una delle 5 forme base delle sopracciglia

I 5 tipi principali di sopracciglia sono:

1) dritte: non hanno un arco o, se ce l’hanno, è impercettibile. Sono folte e naturali. Aiutano ad limare i visi lunghi con fronte alta, risaltando soprattutto gli occhi

2) arrotondate: curvano sopra l’occhio, ma non creano un arco perfettamente definito. Danno al viso un look naturale e serve per addolcire i tratti troppo spigolosi. Nei visi a cuore fanno risaltare il mento

3) arcuate: le sopracciglia si incurvano verso il basso, poi risalgono e rivanno di nuovo verso il basso. Concentrano l’attenzione sulle guance, quindi valorizzano chi ha gli zigomi piccoli

4) ad angolo netto: creano un arco definito perché iniziano dritte verso l’alto e poi scendono ad angolo netto. Serve per distogliere l’attenzione dai visi troppo lunghi e addolcisce quelli più marcati. Utile anche per bilanciare chi ha l’occhio che tende verso il basso

5) ad angolo morbido: sono come quelle descritte sopra, ma l’angolo non curva in maniera netta, ma più arrotondata. Aprono l’occhio e risaltano i tratti del viso. Donano un’aria sicura e maliziosa

Foto: Flickr

di Laura Seri