Le 7 strategie salva trucco se hai la pelle grassa o mista

 

Se quando uscite di casa siete radiose come un fiore, ma solo dopo poche ore tendete a lucidarvi e il vostro impeccabile make up a disfarsi ineluttabilmente allora forse è proprio il caso che vi fermiate a leggere questo articolo.
Al trucco va dedicata la stessa attenzione che si presta alla cura della pelle, rispettando le esigenze della stessa, per non vanificare il tempo impiegato davanti allo specchio nelle nostre minuziose sedute di make up.

1. Preferire un siero alla crema

siero
La texture liquida e asciutta del siero è da preferire a quella ben più corposa delle creme

Offrite alla pelle l’acqua di cui ha bisogno ogni mattina con un siero fluido, anziché una crema, dalla texture più asciutta, che oltre ad asciugarsi velocemente, consentirà al fondotinta di adagiarsi sulla vostra pelle in maniera più duratura.

2. Primer specifici

Se pensate di stendere una base uniformante, che faccia aumentare la tenuta del vostro fondotinta, assicuratevi prima che sia per pelli grasse o miste.
Se non siete fan dei siliconi meglio ancora: ormai trovate nel mercato un’ampia scelta di cosmetici bio, formulati con ingredienti di origine naturale, dal potere ampiamente sebo assorbente che limitano la lucidità.

Evitate al contrario di usare primer generici che non farebbero altro che peggiorare esponenzialmente la situazione.

3. Spugnette in lattice per ridurre i pori dilatati

Se siete afflitte da pori dilatati (oltre che dalla pelle lucida) sappiate che esiste un rimedio, al di là dei comuni pore perfection, ovvero primer specificatamente studiati per minimizzare questo tipo di problematica, affinando la grana della pelle, che risiede semplicemente nella tecnica impiegata per stendere il fondotinta.

Evitate il comune pennello a setole piatte, che potrebbe anche lasciare evidenti striature, e optate piuttosto per comode spugnette in lattice che picchietterete energicamente sul vostro viso come riempiendo ogni singolo cratere. Il risultato sarà non solo bello da vedere ma anche estremamente naturale.

pore perfection
Lavate frequentemente le spugnette per evitare che diventino un ricettacolo di batteri

4. Fondotinta minerale

Anche la scelta del fondotinta merita una menzione speciale, è da bandire l’idea che siano tutti uguali. Quello ideale, per le pelli grasse o miste che tendono a lucidarsi, è indubbiamente il fondotinta minerale, ricco di polveri sebo assorbenti che garantiscono una tenuta del make up impeccabile. Assolutamente oil free è caratterizzato da pochi ingredienti naturali che non rischieranno di occludere ulteriormente i vostri pori, lasciando la pelle libera di respirare e ben uniformata. La particolarità del fondotinta minerale è quella di offrire una coprenza modulabile: maggiori saranno le imperfezioni da coprire, maggiori saranno le passate di fondotinta che darete, ma va ricordato che abbondare con il fondotinta minerale vale a dire prediligere la resa cosmetica a scapito della freschezza, attenzione: l’effetto mascherone è proprio dietro l’angolo.

fondotinta minerali
In tema di fondotinta minerali non resta che sbizzarrirsi

Se il minerale non è sulle vostre corde, siete sempre di fretta, e non avete il tempo di roteare il pennello kabuki con pazienza certosina, potrete sempre optare per i fondotinta compatti da applicare con l’apposita spugnetta.

Liberi di sostanze oleose e dall’effetto mat, controllano la lucidità della pelle, coprono perfettamente le imperfezioni, hanno una lunga tenuta e non appesantiscono i lineamenti.

5. Polvere di riso

Prima di tamponare il vostro viso con la cipria, fissando il fondotinta, assicuratevi che la base creata con quest’ultimo sia asciutta, sia per evitare macchie (nel caso in cui usaste ciprie colorate), ma soprattutto per permettere alla pelle di assorbire bene la base.

La cipria è un passaggio fondamentale e imprescindibile, meglio ancora la polvere di riso dall’altissimo potere seboassorbente, può essere tranquillamente ritoccata senza dare al vostro viso l’aspetto infarinato. Anche in questo caso preferite al pennello a setole larghe un piumino di velluto, picchiettando dolcemente il prodotto sulla pelle.

piumino di velluto
In presenza di pelli miste o grasse la parola d’ordine è picchiettare!

6. Salviette opacizzanti

salviette opacizzanti
Piccole e comode da tenere in borsetta per ogni ritocco

Prima di lanciare messaggi di allarme mettete in borsetta queste comodissime micro salviette, pronte ad assorbire tutto il sebo in eccesso (in caso di lucidità estrema) e salvare il vostro make up. In commercio ne trovate svariate, alcune con particelle di cipria, vanno semplicemente tamponate con delicatezza sul vostro viso (mi raccomando: non strofinate, asportando il make up).

7. Non sottovalutate le palpebre oleose

Chi ha una pelle grassa in linea di massima ha anche una palpebra prevalentemente oleosa, di conseguenza è fondamentale rispettare i seguenti step.

Evitate di stendere il fondotinta anche sugli occhi, con lo scopo di uniformare la palpebra: il fine è nobile, ma meno prodotti metterete, meno tenderanno ad accumularsi nella pieghetta dell’occhio. Applicate piuttosto direttamente un primer occhi, meglio se per pelli grasse, che oltre a rendere omogenea la base vi permetterà di far durare di più ombretti ed eyeliner (ed evitare che si sciolgano come neve al sole).

Fate bene attenzione a fare asciugare il prodotto prima di procedere con le vostre abituali sfumature.

 

 

di marilu.briguglio