Le allergie stanno per tornare: ecco come non farsi trovare impreparati

Tutti sognano la primavera, perché dopo il lungo inverno non c’è niente di meglio di un po’ di sole e di temperature calde per ritornare di buonumore. Ma sappiate che ci sono persone che, invece, temono questa stagione. Siamo noi allergici, per i quali la primavera è sinonimo di occhi che lacrimano e che diventano rossi, starnuti, tosse, narici irritate, reazioni allergiche di varia natura e, nei casi gravi, anche asma. Non ci possiamo fare niente: quando vediamo che il calendario volge alla primavera, cominciamo a farci prendere dallo sconforto. Anche quest’anno le allergie stanno per tornare: non facciamoci trovare impreparati!

Ecco cos'è per gli allergici la primavera!

Le allergie primaverili di solito si scatenano all’avvio della bella stagione, con i pollini e gli alberi in fiore che non ci danno tregua. I sintomi possono essere diversi e anche di entità differente a seconda della gravità dell’allergia stessa: naso chiuso, prurito al naso, ma anche a bocca, gola e labbra, naso che cola, starnuti, arrossamento e prurito degli occhi, palpebre gonfie, lacrimazione, prurito alla pelle, eruzioni cutanee, arrossamenti, tosse, asma, respiro sibilante e talvolta anche nausea a vomito.

Le allergie altro non sono che una risposta eccessiva del sistema immunitario agli allergeni, ovvero alle sostanze dotate di potere antigene tale da provocare una produzione di anticorpi quando entra in contatto con l’organismo. Gli allergeni entrano nel nostro corpo per via aerea, ma anche per via alimentare, topica o iniettiva. Gli allergeni naturali più comuni sono il polline, gli acari della polvere, muffe, lieviti, veleni di insetti, ma possiamo anche essere allergici a determinati alimenti e a farmaci.

Come si scopre un’allergia? Purtroppo la scopriamo sulla nostra pelle e non è un modo di dire. Di solito ci rivolgiamo al medico quando ormai gli allergeni ci hanno colpito e noi abbiamo manifestato i sintomi delle allergie. Per una diagnosi precisa e per capire a cosa siamo allergici, dobbiamo eseguire il famosissimo Prick Test, un test cutaneo che si esegue con piccole incisioni che mettono a contatto la pelle con una quantità bassa di allergeni. Se c’è una reazione, allora siamo allergici. Per fortuna possiamo difenderci dalle allergie!

I farmaci che si usano in caso di allergie sono gli antistaminici, da assumere per via orale, ma anche topica attraverso creme e potate e, per chi soffre di lacrimazione, anche attraverso colliri specifici. La natura viene in nostro soccorso con alcuni rimedi fitoterapici, come ad esempio il guaranà, l’eleuterococco, il ginkgo, la rodiola, oltre che con i fiori di Bacj specifici per le allergie (Beech e Chicory). Occhio anche a cosa mangiate: ci sono degli alimenti che possono essere rischiosi per chi soffre di determinate allergie.

Fate, infine, attenzione a ogni segnale che il vostro corpo vi manda in questa stagione: magari soffrite di un’allergia e ancora non lo sapete, ma con le reazioni allergiche non bisogna scherzare. Chiedete subito consiglio al vostro medico nel caso in cui notiate qualcosa che non va!

di Redazione