Le cose più scoccianti e fastidiose in palestra

 

Quando si va in palestra, ci sono alcune regole di etichetta che sarebbe bene rispettare. In effetti vi sono alcune cose estremamente fastidiose e scoccianti: dover aspettare che le panche si liberino per potersi cambiare, la gente che percorre nuda lo spogliatoio “perché tanto siamo tutte donne” (sì, ma non sono interessata a vedere la tua cellulite a due centimetri dal mio naso), il riscaldamento sempre troppo alto o troppo basso, la gente che scuote la folta chioma e ti lancia il sudore addosso, i guardoni…

Rispettate gli spazi altrui in palestra
Rispettate gli spazi altrui in palestra

Ci sono quindi alcune regole di etichetta da rispettare se si va in palestra, in modo da infastidire il meno possibile tutti coloro che ci circondano.

Sala pesi

1) rispettate chi ha le cuffie: equivale al cartello “Non disturbare”, il messaggio è chiaro

2) pulite gli attrezzi dal sudore dopo averli usati: i germi e malattie infettive altrui non sono ben accettate. Anche quando si tratta di semplice sudore

3) mettete a posto attrezzi e panche: lo so che vi ricorda troppo la noia delle pulizie domestiche, ma non è carino inciampare negli attrezzi o nelle panche non messi a posto dopo averli usati. Inoltre bruciate qualche caloria in più

4) lasciate liberi gli specchi: sono lì per farci controllare se usiamo le posizioni giuste e per valutare la nostra forma fisica, non per sistemarci il trucco e l’acconciatura

5) usate la giusta zona: in ogni palestra c’è la zona dove fare i pesi, dove fare spinning, dove fare esercizi col tappeto, non andate ad intralciare le zone altrui

6) condividete gli attrezzi: se l’attrezzo che volete usare non è libero, usatene un altro o fate un altro esercizio per ottimizzare i tempi, non state lì a fissare con sguardo truce la persona che sta usando l’attrezzo prescelto

7) evitate di lanciare i pesi a terra: si poggiano delicatamente, l’effetto terremoto non piace a nessuno. Ed evitate anche grugniti eccessivi, tutti stanno facendo fatica, non è necessario farlo sapere a mezzo mondo

Zona Cardio

1) copritevi: o almeno non scopritevi troppo. Per fare questi esercizi non è necessario utilizzare bikini ridotti e pantaloncini inguinali. Siete in palestra, non a Woodstock

2) non state tutti appiccicati: se avete sette tapis roulant fra cui scegliere e ce n’è solo uno occupato, oltretutto dall’uomo Maratona, dovete per forza scegliere quello vicino a lui?

3) lasciate il cellulare nell’armadietto: dovete davvero rispondere a quella chiamata mentre state ansimando sul tapi roulant?

4) niente acrobazie: dovete rientrare nel peso forma, non diventare membri del Circo Orfei

5) tenete per voi la vostra saliva: ovvero non sputacchiate in giro

6) non marcate il territorio: non disseminate asciugamani, bottiglie d’acqua e improbabili marsupi su diversi attrezzi per occupare più posti in contemporanea. E soprattutto, se ne occupate uno perché dovete andare urgentemente in bagno, poi non rimaneteci mezz’ora, quell’attrezzo durante quel lasso di tempo poteva essere usato da altre persone

Zona esercizi a corpo libero/di gruppo

1) arrivate presto: in caso di lezioni di gruppo, arrivate cinque minuti prima. Non serve solo a procurarvi un posto migliore, ma anche a non disturbare gli altri una volta iniziata la lezione

2) mettetevi ad una corretta distanza: assicuratevi che nel posto prescelto abbiate abbastanza spazio per estendere braccia e gambe, essere continuamente urtati dal vicino è fastidioso

3) seguite il resto della classe: non impostate un ritmo vostro, seguite quello che fa il resto del gruppo

4) vietato l’accesso ai guardoni: se al di là del vetro si sta tenendo una lezione alla quale non partecipate, dopo una prima occhiata superficiale per vedere di che tipo di attività fisica si tratta, distogliete lo sguardo. Avere dei guardoni intorno non è piacevole

5) siate gentili: si sorride, si saluta in maniera pacata, si è cortesi

Spogliatoi

1) l’igiene prima di tutto: coprire tutto con il deodorante non è la soluzione, l’odore di sudore dei calzini non piace proprio a tutti

2) siete nello spogliatoio della palestra, non nel bagno di casa vostra: questo vuol dire togliersi sì il sudore, ma passarsi il filo interdentale, depilarsi, farsi la piega… queste cose lasciamole per altri contesti

3) non girate nudi: sì, ho capito, siamo tutti donne/uomini (dipende dallo spogliatoio), ma non per questo dobbiamo sbandierare ai quattro venti le nostre grazie. Per questi casi, ci sono le spiagge per nudisti, per il resto rispettate gli spazi altrui

4) non riempite le panche: non intasate le panche con tre borsoni, borsetta, computer portatile, due paia di scarpe da ginnastica, il cane della nonna, la borsa della spesa… soprattutto nelle ore di punta, limitate al minimo l’uso delle panche per cambiarsi. E gettare a terra la roba altrui per farsi posto è assolutamente scortese

Foto: Wikimedia

di Laura Seri