Le donne italiane sono più tatuate degli uomini

 

Le donne italiane hanno più tatuaggi degli uomini. Un sorpasso davvero molto importante, se si pensa che una volta i disegni indelebili sulla pelle erano un’esclusiva del sesso forte. Ma adesso siamo noi donne ad amarli di più: secondo quanto emerso da un rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità in merito alla situazione “tatuaggi” in Italia, sono più le donne a essere tatuate. In Italia 13 italiani su 100 hanno almeno un tatuaggio e le donne sono più degli uomini. Sette milioni di persone tatuate nel nostro paese, ecco cosa è emerge dal primo studio condotto sui tattoo in Italia.

tatuaggi-donna2
Le donne hanno più tatuaggi degli uomini

Secondo quanto emerge dal primo rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità sui tatuaggi, il 7,2 per cento dei tatuati ha meno di 18 anni. Il 17% si dice pentito e più del 4% ha già fatto qualcosa per cancellare dalla propria pelle un tatuaggio che non vuole più vedere. Per questo quando si decide di farsi disegnare qualcosa sulla pelle, sarebbe bene pensarci su a lungo e prevedere anche possibili ripensamenti. Anche perché cancellare un tatuaggio non è proprio facilissimo…

tatuaggi-donna3
Le donne preferiscono farsi tatuare schiena, piedi e caviglie.

I dati ci dicono anche che solo il 3,3% dei tatuaggi ha avuto complicanze o reazioni al tatuaggio come dolore, granulomi, ispessimento della pelle, reazioni allergiche, infezioni e pus. Gli uomini adorerebbero farsi tatuare braccia, spalle e gambe, mentre le donne preferiscono schiena, piedi e caviglie.

Un dato allarmante è il 13,4 per cento di persone che ha fatto un tatuaggio fuori da un centro autorizzato (il 76,1% lo ha fatto in un centro specializzato e il 9,1 in un centro estetico): mai, per nessuna ragione, rivolgersi a chi non ha i requisiti… Ne va della nostra salute!

di Redazione