Lush: è polemica contro la campagna pubblicitaria

 

La campagna pubblicitaria per l’Australia, GoNaked, della catena di cosmetici Lush, è stata ritenuta offensiva e pornografica.
Il motivo? La scelta di mostrare quattro donne nude di spalle: non quattro modelle dal corpo perfetto, ma quattro donne che mostrano tutto, tatuaggi e cellulite compresi.
Le immagini sono state esposte in tutti i negozi fra Australia e Nuova Zelanda e sul sito web della compagnia.

La campagna pubblicitaria di Lush per l’Australia

L’intento è quello di promuovere l’utilizzo di prodotti senza cofezioni di plastica, nudi appunto come le donne nella fotografia.
Ma molte donne non hanno gradito la cosa e si sono lamentate:

«Non voglio che I miei figli siano esposti a queste nudità durante le compere settimanali».

A mio parere la campagna pubblicitaria è fantastica e soprattutto lancia un messaggio molto importante: quello di amare il proprio corpo così come è, di curarlo ovviamente, ma di accettarne anche i difetti che ci rendono unici.

Voi cosa ne pensate?

di Eliana Avolio