Perché digrigniamo i denti di notte?

 

Si chiama bruxismo ed è una patologia che ci porta a digrignare i denti di notte, in maniera inconscia: mentre dormiamo, stringiamo e sfreghiamo i denti, provocando un fastidioso rumore che può disturbare chi dorme con noi,  che alla lunga danneggia lo smalto dei denti e che può provocare dolore all’articolazione della mandibola per via del continuo serramento dei denti. Ci sono diverse cause che portano allo sviluppo del bruxismo: stress, ansia, competitività, disturbi psicologici, fumo, consumo di caffè e alcol.

Impariamo a rilassare la mandibola
Impariamo a rilassare la mandibola

E’ un problema molto diffuso sia fra i grandi che fra i piccini: gli ultimi report parlano di un tasso di diffusione del 12% per il bruxismo notturno, mentre almeno una persona su tre soffre ogni tanto di bruxismo diurno (eccomi, presente, ogni tanto devo ricordarmi di non tenere la mandibola serrata, altrimenti poi sono dolori).

Se ogni tanto soffrite di mal di testa legato alla muscolatura, se ogni tanto provate dolore all’articolazione della mandibola o faticate ad aprire la bocca, se quando vi svegliate al mattino avete come un senso di tensione a livello della mandibola, allora prendete in considerazione anche la possibilità di soffrire di bruxismo.

In questo caso rivolgetevi al vostro medico e cercate di tenere rilassata la muscolatura della bocca: i denti quando non si mangia non dovrebbero mai toccarsi fra di loro, se succede è perché probabilmente state contraendo troppo la muscolatura facciale.

di Laura Seri