Profumi originali: la fragranza che sa di ragù

Dopo il profumo alla marijuana e dopo lo smalto al Prosecco, ecco che dal mondo beauty ci arriva un nuovo prodotto di bellezza goloso, con una fragranza che ci fa venire alla mente le domeniche mattine trascorse a casa della nonna durante la preparazione del pranzo domenicale per tutta la famiglia. Signore e signori, ecco a voi il profumo al ragù: ovviamente non si mangia, ma lo si spruzza sulla pelle, per un sentore caldo e famigliare davvero molto particolare…

L’idea è venuta a Gabriella Chieffo, un’ingegnere ambientale di Napoli, che ha pensato bene di ricreare una fragranza che rimandasse alla memoria uno dei piatti tipici della sua terra, il mitico ragù napoletano che cuoce per ore, ore, ore, lasciando in casa un aroma inconfondibile!

Lei ha voluto creare “una fragranza che sprigioni un aroma di festa, speziata quanto basta per ricordarmi i weekend nella casa di Napoli, che iniziavano con la preparazione del ragù classico che deve cuocere molto lentamente fino alla fine dei pranzi della domenica”. Da qui l’idea del profumo al ragù.

Il profumo si apre con le note di testa di arancio, bergamotto e pepe rosa. Le note di cuore sono pepe nero, noce moscata, chiodi di garofano, elemi, cardamomo, zafferano. Le note di fondo sono cuoio, legno di cedro, legno di cashmere, patchouli, cypriol, muschio, cumino, vaniglia.

Il profumo al ragù ha avuto così tanto successo, che ora Gabriella ha creato anche Variazione di ragù: “È una fragranza diversa, più morbida, più avvolgente, più calda del Ragù originale. Racconta di un amore più consapevole e meditato, la cui passione è mitigata dall’esperienza e dalla vita. Più comprensivo perché meno viscerale. L’amore esclusivo e non ripetibile, assoluto ma gentile, di una donna, di mia nonna“.

Che dite, ci facciamo un pensierino per la Festa della mamma?

di Redazione