Pulizia del viso: 6 miti da sfatare

 

Ognuna di noi segue una propria beauty routine.
Ma siamo davvero sicure di non commettere errori? Proprio per questo motivo oggi parliamo dei falsi miti sulla pulizia del viso, croce e delizia di noi fanciulle.
Lo sapevi che…

Pulizia del viso: 6 miti da sfatare

1- Appena ti svegli è fondamentale detergere bene la pelle
Durante la notte la pelle produce una notevole quantità di sebo, cellule morte e tossine che, al mattino, vanno rimosse.

2- L’acqua micellare può sostituire, da sola, il detergente.
Le micelle presenti nell’acqua macellare sono in grado di catturare gni tipo di impurità, sebo e residui di cosmetici.

3- Il tonico è fondamentale nella pulizia del viso.
Applicato dopo il latte detergente serve infatti a riportare la pelle al suo pH naturale.

4- Bisogna struccarsi almeno due ore prima di andare a dormire.
Così la cute ha tutto il tempo per smaltire lo stress della giornata e riossigenarsi.

5- La pelle grassa non va pulita più volte al giorno.
Altrimenti se viene sgrassata troppo, per reazione le ghiandole sebacee lavorano ancora di più.

6- È meglio applicare il detergente con la punta delle dita.
Il batuffolo di ovatta asporta le impurità ma non le scioglie e, facendolo scivolare sulla pelle, c’è il rischio che le sposti da una parte all’altra del viso.

di Eliana Avolio